Una dieta dimagrante iperproteica è un particolare regime alimentare volto alla perdita di peso per via del consumo ridotto di carboidrati che si deve seguire, abbinato invece a un elevato apporto di proteine e grassi. La dieta dimagrante iperproteica ha pregi e difetti, vediamo quali e successivamente come farla.

Un consumo eccessivo di proteine a sfavore dei carboidrati in una dieta dimagrante di questo tipo può essere utile per sostituire il grasso con i muscoli ed è possibile seguirla se abbinata a un’importante attività fisica. Se si è soggetti sani, allenati e fortemente intenzionati a trarre vantaggio dall’energia che gli alimenti consigliati possono dare, può essere consigliata sempre chiedendo prima il parere di un nutrizionista.

Al contempo, però, ha vari difetti poiché non è adatta a chi soffre di problemi renali e colesterolo alto; inoltre, se protratta nel tempo, può favorire l’osteoporosi e l’acidosi. Questo perché la dieta dimagrante iperproteica porta a un aumentato impegno renale, necessario per eliminare quell’azoto contenuto nelle proteine. Pertanto, per evitare possibili ulteriori rischi è assolutamente necessario, qualora si volesse seguirla, bere almeno due litri di acqua al giorno.

Una dieta dimagrante iperproteica ha efficacia nel favorire l’aumento della massa muscolare e nella riduzione del grasso corporeo, ecco perché è consigliata a chi fa assiduamente sport. Come farla? Innanzitutto bisogna eliminare il consumo degli zuccheri semplici e più in generale di alimenti ad alto indice glicemico, così come bisogna limitare l’assunzione di pasta, pane, riso e cereali, specialmente in un unico pasto.

Aumentate invece il consumo di proteine e grassi, preferendo la carne bianca alla rossa: sì dunque a pollo, tacchino e coniglio, abbinando il tutto a frutta e verdura, sia cruda che cotta al vapore e che sia preferibilmente di stagione, cosa che vale anche per le altre diete equilibrate. Il consumo dei formaggi va ridotto e vanno preferiti quelli magri come la mozzarella, il certosino, la robiola, fiocchi di latte e crescenza, così come va moderato l’uso di insaccati e carne conservata. Nella dieta dimagrante ipercalorica bisogna aumentare inoltre il consumo di frutta secca, magari durante gli spuntini e accompagnandola con un frutto fresco. Per condire, va utilizzato l’olio extravergine di oliva ed è ammesso anche il consumo di uova e dei grassi saturi in generale.

Per chiunque avesse intenzione di seguirla, sempre previa consultazione del nutrizionista, ecco di seguito un esempio della dieta dimagrante iperproteica da seguire per cinque giorni. È possibile scegliere di seguire il programma alimentare per due volte, ma attenzione a non superare i dieci giorni.

Primo giorno

Colazione: una tazza di latte parzialmente scremato, caffè, 2 cucchiaini di zucchero, 4 fette biscottate, 4 cucchiaini di marmellata;

Ore 11: una banana;

Pranzo: minestra di fagioli (60 grammi di fagioli secchi, bietole, 1 cucchiaino di parmigiano), 4 fettine di prosciutto crudo senza grasso, 80 grammi di radicchio rosso, 1 cucchiaino d’olio, 40 grammi di pane integrale;

Ore 17: 4 fette d’ananas;

Cena: 200 grammi di trota al forno, 2 cucchiaini d’olio, 100 grammi di melanzane ai ferri, 2 cucchiaini d’olio, 40 grammi di pane integrale.

Secondo giorno

Colazione: una tazza di latte parzialmente scremato, caffè, 2 cucchiaini di zucchero, 4 fette biscottate, 4 cucchiaini di miele;

Ore 11: una banana;

Pranzo: bruschetta al tonno con 100 grammi di pane), fagiolini lessi, 2 cucchiaini d’olio;

Ore 17: 4 fette d’ananas;

Cena: 150 grammi di manzo ai ferri, 100 grammi di broccoli lessi, 2 cucchiaini d’olio, pane integrale.

Terzo giorno

Colazione: 1 bicchiere di spremuta d’arancia, una brioche;

Ore 11: una banana;

Pranzo: fusilli (60 grammi) rucola e speck, 100 grammi di bietole lesse, 2 cucchiaini d’olio, pane integrale;

Ore 17: 4 fette d’ananas;

Cena: carpaccio con funghi e grana, 80 grammi di spinaci bolliti, 2 cucchiaini d’olio, pane integrale.

Quarto giorno

Colazione: una tazza di latte parzialmente scremato, caffè, 2 cucchiaini di zucchero, 4 fette biscottate, 4 cucchiaini di miele;

Ore 11: una banana;

Pranzo: spaghetti (80 grammi) con pomodoro, olio e grana, 100 grammi di erbette lesse, 2 cucchiaini d’olio, pane integrale;

Ore 17: 4 fettine d’ananas;

Cena: insalata caprese (1 mozzarella e 2 pomodori), 80 grammi di asparagi bolliti, 2 cucchiaini d’olio, pane integrale.

Quinto giorno

Colazione: una tazza di latte parzialmente scremato, caffè, 2 cucchiaini di zucchero, 4 fette biscottate, 4 cucchiaini di marmellata;

Ore 11: una banana;

Pranzo: riso (60 grammi) con piselli e parmigiano, insalata di pomodori e lattuga, 2 cucchiaini d’olio, pane integrale;

Ore 17: 4 fettine d’ananas;

Cena: hamburger (200 grammi) ai ferri, 100 grammi di verdura lessa, 2 cucchiaini d’olio, pane integrale.

Fonte: Dieta e fitness.