Se per dimagrire si pensa subito a una dieta ipocalorica, ovvero un regime alimentare in cui la quantità prevista di calorie assunte nell’arco di una giornata sia inferiore a quella solita, è importante come primo passo stabilire in precedenza alcuni punti cardine su cui poi strutturare una corretta alimentazione in grado di far perdere peso in maniera sana, senza stress per il fisico.

Innanzitutto è fondamentale considerare che una dieta corretta non dovrebbe mai prevedere meno di 1200 kcal al giorno. Infatti, sotto tale soglia, si rischia di incorrere in gravi carenze vitaminiche o di sostanze nutrienti essenziali per lo svolgimento delle normali funzioni dell’organismo. In più, uno scarso apporto calorico potrebbe causare anche debolezza a causa della mancanza di energia fino ad arrivare a veri e propri svenimenti, ingestibili e controproducenti a lungo termine.

Galleria di immagini: Dieta dimagrante ipocalorica da 1200 kcal

Altro punto da tenere d’occhio è fare attenzione alla perdita di massa corporea. Il principio fondamentale di ogni dieta è quello di perdere peso mantenendo la massa magra del corpo a discapito della massa grassa, e diventa quindi di estrema importanza il fatto che l’organismo non subisca un brusco calo delle calorie assunte. Un repentino cambiamento di questo genere potrebbe infatti creare nell’organismo un sistema di autodifesa estremamente deleterio che andrebbe a distruggere la massa muscolare al posto di quella grassa.

Una corretta dieta ipocalorica che prevede una riduzione variabile tra le 400 e le 600 kcal al giorno permette di risparmiare tra le 2800 e le 4200 kcal settimanali, ovvero una quantità di massa grassa stimabile tra ½ kg e 1 kg anche in base al metabolismo di ogni soggetto. Un dimagrimento del genere è quindi da considerarsi salutare, senza alcun rischio per l’organismo e le sue funzioni vitali.

Per stabilire qual è il giusto apporto calorico è necessario calcolare correttamente il consumo giornaliero, rappresentato dalla sigla FC, attraverso alcune semplici formule:

FC = 24 x peso corporeo ideale espresso in kg x 1,25

1,25 rappresenta in questo caso le attività svolte quotidianamente con l’esclusione dell’attività sportiva. Prendendo poi in considerazione un peso ideale a partire dall’indice di massa corporea, il cui valore è 22 per gli uomini e 20 per le donne, si possono ricavare queste due formule:

per gli uomini FC = 660 x altezza x altezza (in metri);

per le donne FC = 600 x altezza x altezza (in metri).

Dal risultato andranno poi sottratte le 400 – 600 kcal necessarie per ottenere il risultato sperato. Ovviamente è sempre consigliato prendere in considerazione caso per caso per evitare di incorrere negli errori che, come detto prima, potrebbero portare a un errato regime alimentare. È poi evidente che queste sono solo due delle formule più semplici, mentre altre più accurate prendono in considerazione anche altri importanti fattori come il sesso, l’età e l’attività lavorativa dei soggetti.

Fondamentale è poi praticare dell’attività fisica, ottimo coadiuvante per perdere peso e in molti casi elemento fondamentale per ottenere risultati incoraggianti.

Eccone infine un esempio di dieta ipocalorica da 1200 kcal:

Colazione

Latte intero 150 gr. o 1 vasetto di Yogurt (125 gr.);

Spuntino:

2 Mele o Pere;

Pranzo

70 gr. di Pasta o riso, 300 gr. verdura condita con 2 cucchiaini d’olio;

Merenda

Frutta;

Cena

A scelta tra: 120 gr. vitellone; 135 gr. bistecca di maiale; 170 gr. pesce; 200 gr. pollo (senza pelle); 60 gr. di legumi secchi; 180 gr. legumi freschi o surgelati.

Oppure, a scelta tra 2 uova / 60 gr. prosciutto crudo / 70 gr. bresaola / 50 gr. formaggio / 60 gr. prosciutto cotto;

300 gr. verdura

40 gr. Pane

2 cucchiaini d’olio