Ci sono sicuramente alimenti che favoriscono l’accumulo di grassi e altri che invece favoriscono la circolazione del sangue. Ma non esistono quelli che addirittura bruciano tali sostanze responsabili sia della linea poco perfetta sia del colesterolo, primo nemico della salute e causa di molte malattie.

Su questo punto i dietologi sono molto chiari: frutti come pompelmi, limoni o arance, spezie come la cannella o piante come l’aglio sono alimenti che non bruciano i grassi, nonostante si ritenga il contrario. Anche l’ananas, frutto tropicale tra i più succosi, non ha queste proprietà benefiche anche se è indicato in alcune diete dimagranti.

=> Scopri i 10 fattori che impediscono di dimagrire

I dietologi dicono chiaramente che sono tutti falsi miti. Nulla è perduto, però, dato che esistono dei modelli alimentari e delle diete bilanciate che portano non solo a dimagrire ma anche a bruciare i grassi depositati nel sangue a tutto vantaggio di linea e salute.

«Bisogna spiegare alcune cose – dice un dietologo – relativamente a questi alimenti più o meno dimagranti: l’ananas, che è uno di questi, contiene delle sostanze con effetti antiinfiammatori che fungono anche come enzimi capaci di distruggere altre proteine. Quindi è vero che questo frutto tropicale brucia qualcosa, ma non necessariamente i grassi».

=> Scopri i motivi per cui è possibile che non si riesca a dimagrire

Non è nemmeno vero che gli alimenti citati sopra riattivino il metabolismo, cosa che si ottiene o con del sale iodato (ossia con del comune sale da cucina) oppure con l’attività fisica. Nel primo caso, l’elemento è indicato dove c’è una carenza di iodio e dove si ha un metabolismo pigro.

Tuttavia se si parla di cellulite, di grassi e di attività o alimenti volti a migliorare il proprio fisico, gli alimenti che meglio favoriscono il raggiungimento di questi obiettivi sono quelli poveri di sale. Pertanto, sarebbe meglio evitare le tentazioni come il prosciutto, il gorgonzola, il pecorino, le acciughe, il pesce in scatola, la carne in scatola e le patatine fritte, ottime per la gola (e magari per la vista) ma non certo per una dieta corretta che faccia perdere peso.

=> Scopri la dieta per ridurre la cellulite

Ma non è tutto: dato che non ci sono alimenti che bruciano i grassi – e la notizia non è certo delle più piacevoli – sarebbe meglio evitare o limitare quelli che invece tali grassi fanno aumentare, come i dolci. Per puntare a eliminare qualche chilo di troppo, sarebbe anche importante bere acqua oligominerale.

Fonte: Melarossa.