La dieta dimagrante Okinawa prende il nome da un’isola giapponese resa nota per il bassissimo tasso di malattie e la vita ultracentenaria dei suoi abitanti. La ragione sarebbe da ricercare nell’alimentazione di questa popolazione, da cui nasce l’ultima moda in fatto di salute e benessere.

Qual è la dieta tipo degli abitanti di Okinawa? Prima di tutto tanto pesce soprattutto crudo come è nella tradizione giapponese, ricco di acidi grassi Omega3 che come ormai è noto contengono sostanze che rallentano l’invecchiamento, ma anche tante verdure a foglia verde scuro ricche di calcio per compensare la carenza nella loro alimentazione di latticini e prodotti latteo caseari in genere.

=>LEGGI anche: alimentazione, l’importanza degli Omega 3 e 6

Alla base della dieta Okinawa ci sono poi molte proteine, la soia, il tofu, le alghe, il tè verde ricco di antiossidanti, le spezie come il curry ma pochissimi carboidrati e grassi. Ecco il perché dei loro fisici asciutti e scattanti fino a tarda età.

Ma quale menu seguire se si vuole utilizzare la dieta Okinawa allo scopo di perdere qualche chilo e guadagnare salute e lunga vita? Ecco un semplice schema esemplificativo da circa 1100 calorie al giorno, povero in grassi e condimenti. A colazione una fetta di torta di carote, una tazza di tè verde e delle pesche. In alternativa una frittata alle erbe con due uova, due fette di pane integrale e una mela.

=>LEGGI anche: la dieta dei monaci buddisti, è di tendenza

Per pranzo: sushi, una zuppa di alghe, carote crude grattugiate e un bicchiere di tè verde. Oppure una insalata di pomodori e lattuga, del tofu, due fette di pane integrale, riso bianco, 1 arancia e un bicchiere di tè verde.

A cena: si può scegliere tra una zuppa di miso, del riso bianco, una insalata di cetrioli, una banana e un bicchiere di tè verde oppure una insalata di carote e soia accompagnata con del riso bianco, lenticchie al curry, una pesca e un bicchiere di tè verde.

In questa dieta non sono previsti spuntini però la scelta di alimenti sani e adatti a rinforzare il sistema immunitario la rende possibile da seguire anche se per un periodo limitato e preferibilmente sempre sotto controllo medico per evitare di andare incontro a carenze legate a particolari stati di salute personali.

=>LEGGI anche: dieta giapponese per vivere bene

Fonte: wellness performance.