La dieta dimagrante ormonale è frutto delle ricerche dell’endocrinologo Thierry Hertoghe. Il medico ha intuito che la chiave dell’eccessivo dimagrimento o del sovrappeso sta proprio negli ormoni.

Gli ormoni regolano tutta quanta la nostra vita fisica, dal metabolismo al desiderio sessuale. Nel caso della dieta dimagrante, pertanto, è fondamentale saper regolare l’alimentazione affinché l’assunzione dei giusti cibi non interferisca ma aiuti il lavoro degli ormoni. Solo raggiungendo un equilibrato rapporto tra alimentazione e ormoni si potrà raggiungere anche il peso ideale, secondo il dottor Hertoghe.

Tuttavia, non è importante solo assumere adeguati comportamenti alimentari. Nello studio di Thierry Hertoghe rientra anche uno stile di vita sano a prescindere dalla tavola. Infatti, per il medico, è fondamentale che al cibo si accompagni la capacità di rilassarsi, di eliminare il nervosismo e lo stress e di liberare la mente.

Tra i consigli dell’endocrinologo, quindi, attività preliminare per raggiungere il peso forma è rilassarsi: lo si può fare innanzitutto ricreando attorno a sé un ambiente non disordinato, magari costellato di immagini e colori rilassanti. Ogni giorno si dovrebbe seguire un’attività ripetitiva e meccanica – come camminare o fare un puzzle o curare le piante – cosa che servirà a staccare un po’ la spina dalle preoccupazioni quotidiane.

Di fondamentale importanza è dormire bene e per il giusto quantitativo di ore (almeno sette o otto). È doveroso fare attività fisica e passare più tempo possibile all’aria aperta, magari camminando, curando le piante o portando a spasso il cane. La luce dona positività e crea un adeguato equilibrio tra cortisolo e serotonina. La serotonina può essere prodotta anche grazie a un’altra attività che andrebbe realizzata con frequenza: i massaggi. Imparare a massaggiarsi aiuterà a stimolare la serenità e il buonumore.

Inoltre, Hertoghe consiglia sempre di ridere: ridere allunga la vita e frena gli ormoni legati allo stress.

A questo punto è possibile equilibrare anche la nostra alimentazione e prestare attenzione a ciò che portiamo in tavola. Nella dieta ormonale tipo, scompaiono alimenti eccitanti come il caffè: durante la colazione, quindi, lo si può sostituire con tè verde o con caffè d’orzo. La colazione, in questo regine alimentare, diventa il pasto principale: i pasti, infatti, devono andare di pari passo con l’attività ormonale quotidiana. Di mattina gli ormoni della tiroide che stimolano il metabolismo sono molto più alti: mangiare abbondantemente si rivela perciò necessario, poiché occorre più energia da consumare. Quindi, al mattino, oltre a tè o caffè d’orzo si possono consumare germe di grano, yogurt, nocciole, cereali.

La cena, invece, proprio in vista della notte, deve essere leggera: minestroni, verdure miste, formaggi vegetali (tofu), bresaola e il pesce sono gli alimenti più indicati. Durante il giorno bisogna bere moltissimo. Già al mattino, prima di colazione, si devono bere due bicchieri di acqua naturale e negli spuntini è sempre consigliabile bere tisane e infusi.

Fonte: Starbene