Una dieta dimagrante pancia è opportuna quando si sentono il ventre gonfia e la necessità di perdere peso proprio in quella zona critica del corpo. Oltre a fare attività fisica è bene che iniziate a pensare anche ad una dieta dimagrante che possa aiutarvi ad ottenere risultati più efficaci in minor tempo.

Per quanto riguarda la pancia, dovreste però accertarvi in via preliminare se il gonfiore sia dovuto a qualche chiletto in più che si è accumulato lì oppure a gonfiore addominale di altra natura. E se si tratta del secondo caso, bisogna andare a fondo e indagare: il gonfiore addominale potrebbe esser causa di intolleranze o di altre patologie che lo provocano e in questo caso bisognerebbe eventualmente seguire una dieta dimagrante ben specifica. Se pensate che la vostra pancia sia gonfia per altri motivi e non per i chili accumulati, rivolgetevi ad un medico, che saprà indirizzarvi nel modo giusto.

Nel caso in cui abbiate invece due o tre chili da perdere in quella zona del vostro corpo, una dieta dimagrante da seguire per qualche tempo unita ad un corretto stile di vita in generale e ad attività fisica, dovrebbe aiutarvi a cacciar via il peso in più.

Dieta dimagrante pancia: come farla

Il modo migliore per perdere peso sulla pancia è quello di andare ad eliminare tutti quegli cibi che vanno ad alimentare il grasso addominale, accumulandosi e provocando quella che viene definita pancetta. Dovrebbero essere eliminati o fortemente limitati anche tutti quei cibi che fermento nello stomaco (i farinacei in particolare), perché questi provocano gonfiore addominale che dà poi l’illusione di essere ingrassate. Da privilegiare, infine, le bevande drenanti (come il tè verde) o i cibi diuretici (come limone e cipolla), che aiutano a perdere i liquidi in eccesso e a sgonfiarsi, anche sulla pancia.

Quello che segue è invece uno schema tipo della dieta dimagrante che potreste seguire per perdere il peso in eccesso accumulato sulla pancia.

  • Lunedì – A colazione caffè, biscotti secchi, marmellata; a pranzo uovo con carote, una fetta di pane integrale e un frutto; a cena pesce in bianco con insalata e un frutto.
  • Martedì – A colazione cereali integrali con yogurt; a pranzo risotto con verdure e un frutto; a cena carne di pollo alla piastra, piselli e un frutto.
  • Mercoledì – A colazione fette biscottate integrali con miele, un succo e un frutto; a pranzo pasta con pomodoro e basilico, spinaci e un frutto; a cena lenticchie, carote, una fetta di pane integrale e un frutto.
  • Giovedì – A colazione biscotti secchi, uno yogurt e un frutto; a pranzo risotto con verdure e un frutto; a cena patate al forno, merluzzo e insalata.
  • Venerdì – A colazione cereali integrali, latte e un frutto; a pranzo minestrone di verdure, pomodori con olio extravergine di oliva e un frutto; a cena un uovo, spinaci e un frutto.
  • Sabato – A colazione fette biscottate integrali, marmellata, tè, un frutto; a pranzo risotto con zucca, bresaola, un frutto; a cena petto di pollo con insalata e un frutto.
  • Domenica – A colazione biscotti secchi, yogurt, caffè e un frutto; a pranzo pasta al pomodoro e basilico, prosciutto cotto e piselli; a cena minestrone di verdure, una fetta di pane integrale e un frutto.

Gli spuntini di metà mattina e del pomeriggio possono essere fatti con frutta, frutta secca, yogurt, snack leggeri.