Tra Natale e Capodanno, si sa, si mette obbligatoriamente su un po’ di peso a causa delle grandi abbuffate di cibo tipiche delle feste di fine anno. Ma come compensare e far sì che non si ingrassi troppo? Esiste una dieta di compenso consigliata dal nutrizionista Pietro Migliaccio, utile a depurarsi e non soccombere alle abbuffate di Natale.

Secondo Migliaccio, «non c’è bisogno di fare alcuna rinuncia durante il cenone della vigilia, quello di fine anno o il pranzo di Natale, che sono momenti di convivialità importanti, a meno che non si abbiano problemi cardiaci, diabete o colesterolo alto ma in alcuni giorni specifici è consigliato seguire un regime alimentare controllato, da alternare alla dieta abituale».

SCOPRI le altre diete dimagranti efficaci

Questa dieta dimagrante di compenso è consigliata, precisamente, durante i seguenti giorni: il 22 dicembre, durante il pranzo del 24 dicembre, il 27 dicembre, il 29 dicembre, il 2, 4 e 7 gennaio. Insomma più o meno i giorni antecedenti e successivi alle grandi abbuffate.

Il menu dimagrante prevede a colazione 100 grammi di latte parzialmente scremato, caffè e un cucchiaino di zucchero, oppure uno yogurt magro sia bianco che alla frutta con una fetta biscottata o un biscotto. Per lo spuntino di metà mattina, invece, va bene un frutto come una mela, una pera o un kiwi.

Per pranzo optiamo invece per 80g di tonno sgocciolato, insalata, fabiolini o bieta, o in alternativa un hamburger da 100 grammi, insalata o fagiolini, zucchine e un cucchiaio d’olio extravergine d’oliva come condimento. A metà pomeriggio va bene un frutto come un’arancia, una pera o un kiwi, mentre a cena si può scegliere tra carne bianca (130 grammi) come il pollo oppure una pari quantità di pesce, più cicoria o zucchine e insalata, il tutto accompagnato da 40 grammi di pane e un cucchiaio d’olio per condire.

Sottolinea Migliaccio che «durante le feste occorre poi fare molta attenzione a non eccedere con l’alcol; oltre a non bere se dobbiamo guidare dobbiamo tenere sempre presente che un bicchiere di vino bianco o rosso ha 100 calorie, se ne beviamo 4 bicchieri è come mangiare un piatto di pasta ben condito o una bella fetta di panettone (120-150 grammi)».

Viene ricordato inoltre che il giorno successivo alle abbuffate si potrebbe optare per una dieta dimagrante velocissima che preveda solo frutta (mezzo chilo al giorno) oppure solo insalate, mentre per smaltire pranzi e cenoni è consigliabile fare una lunga passeggiata o un po’ di attività fisica. Come sempre, bisogna bere molta acqua.

Fonte: Ansa.