Quando si decide di iniziare una dieta dimagrante per perdere peso senza un’adeguata organizzazione preventiva il pericolo di cadere in tentazioni culinarie è sempre dietro l’angolo e perdersi dietro l’ennesima dieta dimagrante iniziata e mai finita può addirittura farci rischiare di cadere in depressione. La questione della giusta pianificazione della nostra dieta diventa allora cruciale, ma in cosa consiste?

La convinzione e la forza di volontà non sono gli unici elementi fondamentali nell’iniziare una dieta dimagrante, bisogna anche sapere cosa mangiare e cosa no e programmando in questo senso la nostra spesa. Attenzione: non deve mancare nulla, altrimenti si rischia di mandare a monte tutto e perdersi tra mille leccornie. Anzi, un consiglio prima di iniziare una dieta dimagrante programmata a dovere è quello di non acquistare elementi troppo calorici da tenere nella dispensa per quei momenti di maggiore stress, in cui si cerca conforto nel cibo. Inoltre mai saltare i pasti, evitare una cucina troppo grassa, privilegiare quella con pochi zuccheri e programmare dei pasti frazionati, iniziando la mattina con latte, cereali e del buon miele.

Meglio un po’ di frutta in più per una golosa macedonia che dolcetti e bevande zuccherate. Un altro fattore da tenere in considerazione è la programmazione della quotidianità: oltre a una dieta dimagrante corretta e programmata, bisogna ricordarsi di bere molta acqua e darsi degli orari: avere delle routine può facilitare molto l’obiettivo da raggiungere.

Attenzione a dedicare costantemente (almeno tre volte alla settimana) un po’ di tempo all’esercizio fisico: dallo jogging alla camminata veloce, dalla palestra al nuoto e via dicendo. La cosa principale da tenere in mente è che bisogna respingere l’idea di una vita sedentaria, poiché non è salutare e alla lunga deprime, mentre lo sport da energia, oltre a essere salutare.

Un atteggiamento positivo da mantenere anche con il proprio dietologo o nutrizionista ed è necessario non lasciarsi scoraggiare in quei momenti in cui, per un motivo o per un altro, non si perderà peso anche in fase di dieta dimagrante. Il metabolismo è sempre differente in ogni persona e, in base a questo, è più facile ingrassare o dimagrire; tale diversità dipende da ragioni quali il fattore ereditario, lo stile di vita, l’ambiente che si frequenta maggiormente, come quello familiare e molti altri.

Il metabolismo può essere comunque modificato proprio con l’organizzazione della dieta dimagrante e della quotidianità, spingendo tra l’altro l’organismo a utilizzare le calorie introdotte in modo efficiente, con il movimento, frazionando i pasti, dormendo bene e con un’alimentazione sana. Pertanto se si ha un metabolismo più lento, è possibile porre un rimedio a riguardo.

Pertanto una corretta alimentazione e un’altrettanto opportuna programmazione della dieta dimagrante combattono, assieme, qualunque ostacolo. Quindi una volta che abbiamo un piano infallibile in mano, allora il 50% del lavoro è fatto. Fondamentale avere, infatti, il cibo giusto al momento giusto, ma anche scrivere una lista di alimenti da acquistare per la giornata o per la settimana non è sbagliato ma conveniente e salutare.

Fonte: We women today.