La dieta dimagrante dell’insalata è molto fresca, veloce, semplice e adatta ai periodi estivi in cui il caldo si fa sentire e una bella insalata fa sempre piacere. In più permette di perdere fino a una taglia in sole due settimane. Vediamo come farla.

Prima di tutto quando si parla di dieta dimagrante dell’insalata non ci si riferisce a un solo tipo, ma a molte varietà come la lattuga, la rucola, il tarassaco, il crescione e così via. Tutte verdure a foglia verde composte per la maggior parte da acqua e fonti preziose di vitamine, minerali e fibre. Tutti elementi salutari e utili quando si vuole perdere qualche chilo e depurare l’organismo.

Ognuna di queste insalate ha la sua specifica caratteristica: il tarassaco ad esempio è ricco di vitamina A che aiuta la pelle a mantenersi giovane tramite il ricambio cellulare. Crescione e rucola contengono molta vitamina C preziosissima nel mantenere la buona salute di tutto l’organismo e capace di prevenire le rughe e le macchie della pelle.

La dieta proposta si basa su un apporto giornaliero di 1300 calorie e per farla correttamente occorre seguire alcune semplici regole di base. Lavare sempre le insalate sotto l’acqua corrente senza metterle a bagno per evitare di perdere alcune vitamine idrosolubili; per la stessa ragione tagliarle solo poco prima di essere servite.

Per rendere le insalate più gustose e ampliarne gli effetti benefici si può abbinare il pomodoro, ricco di licopene, un antiossidante con effetto emolliente per la pelle, oppure le carote che favoriscono l’abbronzatura.

Ci sono poi dei condimenti che possono rendere più saporite le insalate senza alterarne le loro qualità. Un’idea veloce e molto stuzzicante è preparare una salsa a base di peperoncino e basilico tagliando alla julienne questi due saporiti condimenti e unendo poi olio, sale e pepe e qualche goccia di aceto bianco per un risultato molto gustoso. O ancora una salsa ai capperi con olio, sale, prezzemolo e aceto balsamico. Con le acciughe, menta e maggiorana o all’arancia, a base di succo di arancia e limone, olio e qualche foglia di prezzemolo. Insomma i modi per rendere una semplice insalata un piatto gustoso sono innumerevoli e tutti compatibili con un regime dietetico light.

Per quanto riguarda il menu vero e proprio, a colazione va bene un bicchiere di te verde con biscotti integrali, spuntino di metà mattina e metà pomeriggio a base di spremuta di pompelmo e centrifugati di carote.

A pranzo e a cena sono concessi alternativamente 70 grammi di pasta o pane o riso o gnocchi da abbinare a fresche e abbondanti insalate. In due settimane la dieta veloce dell’insalata vi farà perdere fino a 2 taglie in perfetta salute, rendendo la pelle più luminosa ed elastica.

Fonte: Starbene.