La scelta della dieta dimagrante è molto importante, perché perdere peso spesso significa sentirsi deboli e affaticati. La regola che dovrebbe essere sempre rispettata è quella di non sottoporsi a sacrifici inutili. Un’alimentazione troppo povera infatti tende a indebolire l’organismo e a mettere a dura prova anche la mente e la capacità di concentrazione; uno scotto questo che non può essere pagato, specie quando si è sul posto di lavoro.

La motivazione, quindi, è molto importante, perché quando si perde la motivazione è poi difficile seguire fino in fondo una dieta dimagrante. La dieta dimagrante sprint ha un apporto calorico contenuto, ma non troppo punitivo, e riserva un ruolo a tutti i nutrienti che sono indispensabili per il benessere psicofisico quotidiano.

I cibi proposti dalla dieta dimagrante sprint sono ricchi di sostanze che migliorano l’umore e la concentrazione, un regime alimentare perfetto in quei periodi di intenso stress lavorativo. In particolare, il pesce, oltre a fornire proteine nobili, apporta iodio, un minerale importante per il buon funzionamento della tiroide. Una diminuzione dell’attività di questa importantissima ghiandola si traduce in un rallentamento della risposta del fisico e della mente, con il risultato della perdita di concentrazione e di continui sbalzi di umore.

L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) consiglia a tutti l’uso del sale iodato per poter prevenire per poter prevenire la carenza di sodio che anche in Italia è piuttosto diffusa.

Nella dieta dimagrante sprint il tono dell’umore viene mantenuto dalla vitamina B6, presente nei cereali, nei legumi, nei funghi secchi e nel lievito di birra. Anche il magnesio, contenuto nei legumi, negli alimenti integrali e nella frutta secca, riveste un’importanza molto rilevante all’interno di questa dieta dimagrante.

La dieta dimagrante sprint prende questo nome proprio per la capacità di far sprintare sia il fisico che la mente. Le prestazioni intellettuali sono infatti garantite dagli acidi grassi della serie omega 3 che possiamo trovare nel salmone, lo sgombro, le sarde, nell’olio di oliva e nella frutta secca.

Il programma dimagrante previsto dalla dieta sprint fornisce circa 1300 calorie al giorno e seguita per un mese aiuta a perdere circa 4 chilogrammi. È bene privilegiare alimenti leggeri che danno però molta energia. I carboidrati sono previsti sia a colazione che a pranzo. Gli spuntini sono sempre a base di frutta fresca di stagione e di frutta secca. A merenda ci si può sbizzarrire anche con un frullato.

Le proteine sono garantite dal pesce, ricco di acidi grassi omega 3, e dai legumi, le cui proteine vegetali danno il meglio se associate ai cereali. I {#condimenti} previsti sono 2 cucchiai di olio extravergine di oliva al giorno e un cucchiaio di sale iodato; l’uso di aromi e di spezie è libero. Ogni giorno, a pranzo o a cena, aggiungere una porzione da 30 grammi di pane integrale.

Lunedì. A colazione un vasetto di yogurt con 30 grammi di muesli; spuntino con un frutto di stagione e 2 noci. A pranzo 50 grammi di pasta integrale con pomodoro e basilico; 50 grammi di stracchino con contorno di verdure grigliate. A merenda un frullato preparato con 100 grammi di frutta (vanno bene la frutta di stagione, le banane e i frutti di bosco) e 100 ml di latte parzialmente scremato o di yogurt magro. A cena insalata di verdure e pollo, accompagnata da 200 grammi di bietole.

Martedì. Colazione con 200 ml di latte parzialmente scremato con 2 cucchiai di cereali. Spuntino e pranzo uguali a quelli del lunedì. A pranzo minestra preparata con 50 grammi di riso e 40 grammi di lenticchie; come contorno 200 grammi di spinaci al vapore. A cena 200 grammi di asparagi lessati e 200 grammi di trancio di pesce spada al vapore.

Mercoledì. Colazione con un vasetto di yogurt accompagnato da 30 grammi di muesli. Pranzo e spuntino restano gli stessi. Pranzo con insalata di farro e ricotta, come contorno melanzane grigliate. A cena insalatona mista con 2 uova sode.

Giovedì. 200 ml di latte parzialmente scremato con 2 cucchiai di cereali; come spuntino un frutto di stagione e tre mandorle. A pranzo 50 grammi di pasta condita con 80 grammi di tonno in scatola al naturale, due fette di prosciutto crudo con cetrioli e carote come contorno. Come merenda un frullato con della frutta di stagione. A cena 200 grammi di fagiolini lessi, 150 grammi di tacchino alla griglia e 200 grammi di pomodori.

Venerdì. Colazione con un vasetto di yogurt e 30 grammi di muesli. Spuntino e merenda restano gli stessi del giovedì. A pranzo 50 grammi di pasta integrale al pesto, 200 grammi di filetti di sgombro al cartoccio e delle verdure grigliate come contorno. Cena con 150 grammi di carpaccio di salmone e insalata mista.

Sabato. A colazione 200 ml di latte parzialmente scremato con 2 cucchiai di cereali. Per lo spuntino e la merenda attenersi a quanto previsto dal giorno precedente. A pranzo una zuppa di lenticchie fagioli e grano saraceno, 200 gr di finocchi in pinzimonio. Cena con peperoni grigliati, 100 grammi di formaggio light e 200 grammi di pomodori.

Domenica. A colazione un vasetto di yogurt con 2 fette biscottate. Spuntino con un frutto e due noci. A pranzo 50 grammi di pasta integrale con pomodoro e basilico, 150 grammi di pollo alla griglia con un contorno di fagiolini lessi. A merende un frullato. Cena con un’insalata con 80 grammi di tonno al naturale e 5 ciliegine di mozzarella, per contorno una porzione di zucchine grigliate.

Fonte: Silhouette donna.