Vi sentite stanche? Non avete l’energia sufficiente per affrontare la giornata? La vostra pelle è spenta e siete spesso nervose? Se la risposta a queste domande è affermativa vuol dire che avete bisogno di una dieta disintossicante.

Disintossicare significa eliminare le tossine, cioè tutte le sostanze nocive per il nostro corpo. La salute del nostro organismo, infatti, dipende dal rapporto tra le tossine introdotte e quelle eliminate attraverso polmoni, reni, intestino e fegato. Le sostanze nocive in eccesso, portate da un’eccessiva alimentazione, vanno a depositarsi nei tessuti intossicando, così, l’organismo.

Seguire una dieta disintossicante può aiutare a ritrovare l’equilibrio e a purificare il corpo. Le regole da seguire sono tre: stare a digiuno un giorno alla settimana, pulire il corpo internamente e migliorare la circolazione del sangue.

Digiunare una volta alla settimana consente agli organi della digestione sovraccaricati di riposare e aiuta l’organismo a eliminare le tossine. Nutrirsi solo di acqua per 24 ore, però, non è semplice: affinché il digiuno dia risultati positivi è necessario viverlo come una scelta salutistica.

Gli organi che più risentono di un'{#alimentazione} sbagliata o eccessiva sono fegato e reni. Evitare di fumare sigarette, di bere alcol e caffè e di consumare zucchero puro aiuta questi organi a riprendersi dagli sforzi e migliora i processi digestivi.

Bere almeno due litri di acqua al giorno, mangiare più frutta e verdura e consumare tè e tisane è il modo migliore per disintossicare attivamente l’organismo. Il momento migliore per purificarlo è innanzitutto di iniziare di una dieta dimagrante. In tal modo si migliorerà tutto il processo digestivo, l’assimilazione dei nutrimenti e i liquidi verranno eliminati più facilmente.

Seguire una dieta disintossicante di tre giorni non è complicato: appena svegli bisogna bere un bicchiere di acqua tiepida, a colazione alternare frutta di stagione, due fette biscottate con miele accompagnate da un succo di frutta e uno yogurt magro con cereali.

Il pranzo del primo giorno prevede 200 grammi di minestrone di verdure con patate e una spremuta di agrumi; per cena, invece, insalata mista, 2 fette di ananas e un succo di frutta senza zuccheri aggiunti. 70 grammi di riso al pomodoro, due fette di ananas e una spremuta d’arancia per il pranzo del secondo giorno; a cena sono previsti 150 grammi di minestrone con legumi e patate e altre 2 fette di ananas. Il menu del terzo giorno si compone di 150 grammi di riso al pomodoro, insalata mista e 1 fetta di ananas a pranzo e 150 grammi di platessa al vapore, 1 panino integrale, insalata mista e 1 fetta di ananas a cena.

Te verde a metà mattina e un centrifugato di verdure accompagnato da 2 kiwi sono gli spezza-fame previsti per tutti e tre i giorni di dieta. Per raggiungere ottimi risultati il regime alimentare va associato a uno stato mentale rilassato, sessioni di yoga quotidiane e respirazioni profonde per almeno 15 minuti al giorno.

Fonti: We women today; In erboristeria.