I giapponesi sono comunemente noti per la loro longevità e la loro linea, ed è sicuramente anche per via dell’alimentazione equilibrata ricca di prodotti freschi e povera di grassi che vivono così bene.

Una dieta giapponese è sana e leggera, in quanto si basa su ingredienti gustosi, poco trattati, poco calorici e scarsi di grassi, dunque appare l’ideale per chi vuole {#dimagrire} qualche chilo. In Giappone si mangia di tutto, non manca la verdura, pesce, carne (anche se in piccole quantità) e carboidrati a lento assorbimento come il riso. Per condire i piatti si usa il brodo di pesce, e solitamente si usano anche la soia e i suoi derivati come il tofu, ricchi di aminoacidi essenziali che riducono il colesterolo.

I giapponesi mangiano piccoli piatti, ma molto vari e dai sapori diversi; mangiano lentamente, bevono tanto tè verde, benefico per la salute, non mangiano solitamente il pane e i loro cibi hanno tempi di cottura molto bravi, in modo tale che vengano salvaguardate le loro proprietà naturali.

Per tutti questi motivi la dieta giapponese è considerata come una delle {#diete} più sane, è indicata per coloro che vogliono dimagrire senza fare troppi sacrifici, per coloro che vogliono vivere bene o per quelli che hanno il colesterolo molto alto e hanno bisogno di ridurlo.

La maggior parte dei piatti preparati per una dieta dimagrante sono a base di vegetali, tra cui verdure, alghe, funghi e frutti; a seguire vi è pesce, riso e pasta di soia. Mangiando un po’ di tutti questi {#alimenti} e riducendo drasticamente pesce grasso, carne rossa, condimenti e frutta disidratata, si avrà un dimagrimento.

Tra gli alimenti consigliati vi sono cetrioli, insalate a foglia verde, cavolo, germogli e altre verdure, mentre vanno consumate con moderazione banane, patate, pasta, cereali, noci, pane, carne rossa, uvetta, mandorle, avocado e mango.

Ecco un esempio tipo della dieta giapponese:

Colazione: 3 cucchiai di cereali integrali, 1 bicchiere di latte di riso (oppure tè verde, due biscotti secchi e un frullato di frutta mista);

Spuntino: 1 vasetto di yogurt al naturale o un centrifugato di mele, carote e radice di zenzero;

Pranzo: insalata mista, 50 gr. di riso integrale, pomodori, cetriolo e funghi;

Merenda: tè verde, due mandorle, 1 uvetta sultanina oppure macedonia con succo di limone;

Cena: zuppa di miso (da preparare con mezzo litro d’acqua, 2 cucchiaini di miso, mezza cipolla piccola, mezza carota, 1 foglia di bietola, 1 pezzettino di alga Wakame, 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva. Il miso va aggiunto alla fine e mescolato, prestando attenzione a mettere poco sale perché il miso è molto saporito); insalata mista con verdure crude di stagione e patate dolci, 1 fettina di arrosto di maiale, tè al gelsomino o tè verde, mezza papaya.

Non bisogna dimenticare di bere molta acqua, almeno un litro e mezzo o meglio due litri al giorno, e fare un po’ di sana attività fisica quotidiana.