Non è mai facile seguire una dieta e spesso si ha anche la sensazione che i nostri sforzi valgano a poco, visto che solitamente si tende a eliminare troppo dai pasti quotidiani e di conseguenza è facile sentire quella sensazione di fame che porta a stancarci subito e a riprendere il solito regime alimentare. Un nuovo studio condotto in Danimarca va a spiegare cosa funziona nelle diete e cosa no, fornendo tra l’altro alcune prove che ne confermano la tesi.

Il Progetto Diogenes è uno dei più grandi studi mai fatti a riguardo ed è stato condotto su 938 adulti europei che hanno perso in media 11 chilogrammi a testa dopo essere stati messi a dieta. Successivamente, i ricercatori hanno assegnato in modo casuale cinque diete da 800 calorie al giorno a basso contenuto di grassi, da seguire per due mesi: è emerso che la dieta iperproteica e a basso indice glicemico faceva perdere loro più peso rispetto alle altre.

La spiegazione è da ricercarsi nel fatto che, innanzitutto, le proteine fanno sentire subito un senso di sazietà alle persone, inoltre i cibi inseriti in questo tipo di dieta portano i livelli di zucchero nel sangue a crescere più lentamente, e ciò significa che è più difficile che si senta fisicamente e psicologicamente la necessità di interrompere la dieta.

Per una dieta ricca di proteine, si ricordano carne magra, prodotti lattiero-caseari magri, fagioli e cereali poco raffinati. Chiaramente, è bene non esagerare.