Dieta: legumi, pesce e frutta secca sono le carte vincenti per sconfiggere il colesterolo e dimezzare i problemi cardiovascolari legati all’abuso di carne e grassi. La salute del cuore è fondamentale, e la parola dieta non sempre rimanda a privazioni e sofferenza. Un corretto utilizzo di ciò che ci fornisce la natura, assunto nel modo adeguato e in dosi proporzionate, può favorire la nostra vita.

Secondo uno studio di Harvard, pubblicato su Archives of Internal Medicine, emergerebbe che una riduzione della presenza della carne del 50% nelle nostre diete favorirebbe la diminuzione dei decessi legati al colesterolo e ai problemi cardiovascolari. Spesso la carne della quale ci nutriamo presenta una lavorazione industriale eccessiva, quindi quantitativi elevati di grassi saturi e sale. A farne le spese il cuore e le coronarie, per questo arriva spesso in soccorso sulle nostre tavole una dieta salutare e riequilibrante.

Una dieta vegetariana, al contempo, potrebbe aiutare l’organismo a ripulirsi ed espellere le tossine. Chi preferisce non cibarsi di carne è consapevole di poter attingere da diverse fonti sostitutive, molto spesso più nutrienti e ricche di proteine di una bistecca al sangue. Oltre al fatto che per la produzione di una singola bistecca vi è un elevato spreco di acqua ed energia, infatti da sempre gli ambientalisti si battono contro l’alto impatto ambientale delle industrie legate alla produzione della carne.

Per chi preferisce non sposare completamente la causa ambientalista è possibile sostituire la carne in modo salutare assumendo legumi, pesce e frutta secca. Moderatamente carne bianca, quindi pollo e tacchino, latticini, formaggi leggeri e cereali. La scelta di una dieta meno complessa ma più varia garantisce un apporto corretto di grassi, vitamine, minerali e proteine. Per esempio il pesce, e in particolare la frutta secca, sono una fonte importante di Omega 3, ovvero gli acidi grassi che proteggono le arterie dal rischio di colesterolo e danni cardiovascolari. Inoltre noci, nocciole, uvetta, frutta secca assunte a colazione aiutano la memoria favorendo le capacità cognitive.

Fonte: Sole 24ore.