La gastrite è un’infiammazione della mucosa gastrica che nelle forme acute può portare a dolore, nausea e dispepsia. Di solito si presenta con una sensazione di gonfiore allo stomaco, digestione lenta e vomito.

Chi è affetto da gastrite sa bene che deve proteggere il proprio stomaco, ormai irritato, da alcuni alimenti. Anche se talvolta la gastrite si presenta dopo l’assunzione di determinati farmaci, molto spesso è dovuta a un abuso di alcool e caffeina.

Galleria di immagini: cibi per chi soffre di gastrite

Innanzitutto, nei soggetti che soffrono di tale disturbo è necessario programmare una serie di alimenti commestibili e non dannosi per la salute. Sarà necessario mangiare cibi leggeri e di facile digestione.

Anche le abitudini dovranno cambiare: è bene fissare un orario per i pasti e mangiare soltanto due volte al giorno. Frazionare i pasti, infatti, può aumentare i disturbi allo stomaco e peggiorare l’infiammazione: bisogna quindi eliminare snack fuori orario che contribuiscono a stuzzicare l’appetito.

Per contenere la produzione di acido gastrico è necessario limitare il consumo dei derivati del latte a un massimo di tre porzioni al giorno, preferendo ove possibile cibi senza grassi. Tutti gli alimenti che irritano lo stomaco, come il pepe, il peperoncino e l’alcool, vanno tassativamente evitati. Sarà necessario evitare anche il caffè e tutte le bevande al cioccolato.

Basterà invece limitare il consumo di alimenti che potrebbero causare bruciori allo stomaco: bisogna quindi mettere freno a pomodori, aglio e cipolle e tutti piatti che li contengono come ingredienti.

Una volta conosciuti gli alimenti da evitare, bisogna elencare gli alimenti che un soggetto affetto da gastrite può consumare, in particolare le fibre come cereali integrali, frutta, verdura e fagioli. Tuttavia quest’ultimo alimento deve essere consumato con cura: essendo causa di gonfiore e aria nello stomaco, è necessario evitare il consumo di fagioli secchi. È possibile, invece, consumare alimenti come pane, pasta, riso, grano e patate.

Inoltre, è bene evitare di banchettare con alimenti a base di carne liofilizzata, come i brodi pronti, mentre è preferibile consumare carne cotta ai ferri, completamente privata del grasso, carni bianche e pesce lesso.

Un ottimo aiuto contro la gastrite potrebbe essere rappresentato dal latte scremato, essendo una sostanza alcalina, la basicità del latte permette di limitare l’acidità dello stomaco.

Al posto del cioccolato, come dessert, è possibile consumare yogurt senza grassi mentre in sostituzione del caffè; chi soffre di gastrite può sostituire la bevanda alla caffeina con tisane particolari e bere tanta acqua, dai sei agli otto bicchieri a giorno.