Una volta diventato un vizio, smettere di fumare è davvero un’ardua impresa, un po’ per la dipendenza alla nicotina, un po’ perché spesso la sigaretta è un mezzo di sfogo, ma anche perché tutti associano lo smettere di fumare al mettere su qualche chilo. In parte è vero, dal momento che, sempre a causa della nicotina, si produce una leggera accelerazione nel metabolismo e ciò favorisce il bruciare calorie, quindi fumando non si ingrassa facilmente, inoltre sempre la nicotina produce un effetto anoressizzante e non si sente la fame.

Però è certo che la linea non è l’obiettivo fondamentale, tanto quanto smettere di fumare per portare giovamento alla salute in generale, si ricorda infatti che l’alcaloide sopracitato (la nicotina) oltre ai suoi effetti nocivi sul sistema nervoso per le varie dipendenze e astinenze che crea, è altamente dannoso per il sistema cardiovascolare e respiratorio. Ragion per cui è preferibile eliminare il consumo di sigarette e per non preoccuparsi dell’aumento di peso basta seguire dei consigli alimentari adeguati e fare un po’ di sana attività fisica.

Galleria di immagini: dieta per smettere di fumare

Spesso l’aumento di peso dopo aver smesso di fumare è dovuto al fatto che le sigarette vengono sostituite con frequenti snack, e ciò non è neanche corretto dal momento che vengono ingerite parecchie calorie, di certo uno stress mentale come una dieta ferrea non è facilmente superabile proprio nel momento in cui inizia l’astinenza dalle sigarette. Bisogna mangiare in modo adeguato, e la prima cosa da fare è cercare di suddividere nell’arco della giornata 3 pasti principali e fare, se necessario almeno 3 spuntini, ma rigorosamente a base di frutta o verdura fresca come carote o finocchi.

Durante i pasti cercare di ridurre al minimo le proteine animali preferendo quelle vegetali, per cui via libera a cereali integrali in tutte le loro forme, legumi, verdura e frutta di stagione. Questi ultimi sono molto importanti per il loro effetto disintossicante e purificante grazie al loro apporto di vitamine e minerali; i cereali invece hanno effetti benefici sull’intestino e ne favoriscono il buon funzionamento.

Non cercate in alcun modo di evitare i carboidrati nella dieta, semmai di ridurli, poiché questi sono molto importanti per l’umore: favoriscono la produzione di serotonina, che evita malessere e sensazione di fame anche nervosa.

Importante anche prestare attenzione alle bevande ingerite: da evitare il più possibile bevande a base di caffeina che potrebbero rendere nervosi, e le bevande a base di zuccheri raffinati, non molto ideali per la linea, potrebbero indurre in fame improvvisa.

Sconsigliato anche l’alcol per le sue quantità caloriche. Si invece a beveroni a base di erbe rilassanti e depurative, spremute e quanto altro ma senza aggiunta di zucchero, semmai dolcificante. Inoltre tenete sempre a portata di mano qualcosa a nullo o basso contenuto calorico, come gomme da masticare, gallette di riso o acqua, da portare subito alla bocca non appena si sente il bisogno di accendere una sigaretta.