Ritenzione idrica e cellulite si prevengono a partire dalla tavola grazie a un’efficace dieta per combattere la ritenzione idrica. Accanto a uno stile di vita sano, fatto anche di attività fisica e di buone abitudini quotidiane, l’alimentazione resta la prima arma efficace contro questo problema e contro tutte le conseguenze che esso comporta (la cellulite su tutte, ma non solo ovviamente).

La ritenzione idrica, ossia l’accumulo di liquidi in eccesso nel corpo, tende a colpire alcune zone in particolare: fra esse vi sono l’addome, le cosce e i glutei. Queste ultime sono infatti quelle più predisposte per l’accumulo di grasso e per questo tendono anche a soffrire maggiormente per la ritenzione idrica, che tende a manifestarsi con il gonfiore.

Per prevenire la ritenzione idrica o per combatterla, oltre all’attività fisica e alla lotta contro la sedentarietà, occorre appunto curare in particolar modo il regime alimentare. Gli alimenti possono infatti favorire la ritenzione idrica o essere di aiuto per eliminarla. Basta soltanto sapere cosa mangiare e cosa invece va limitato o tolto del tutto dalla propria dieta.

Ritenzione idrica: cosa mangiare per combatterla

Le prime due regole da seguire quando si tratta di lotta alla ritenzione idrica è che l’attività fisica costante deve essere accompagnata da una continua idratazione del corpo. Ingerire molti liquidi (almeno un litro e mezzo di acqua al giorno), favorisce la diuresi e l’eliminazione dei liquidi in eccesso che si sono accumulati nel corpo. Per favorire maggiormente questo processo di diuresi, si può ricorrere anche all’uso di tisane drenanti: il tè verde, ad esempio, è particolarmente efficace in questo caso, se bevuto quotidianamente.

Altra regola assolutamente necessaria, quando si tratta di ritenzione idrica, è che il sale deve essere fortemente limitato e in modi casi anche del tutto eliminato. Oltre alla tisane, gli alimenti da consumare per prevenire o combattere la ritenzione idrica, sono i seguenti:

  • Frutta: per spazzare via tossine e scorie che bloccano i liquidi in eccesso, si possono mangiare ananas, anguria, frutti di bosco, kiwi, limoni e agrumi in generale.
  • Succo di limone: restando sempre nel campo della frutta, è bene ricordare come il succo di limone, aggiunto ad un bicchiere di acqua tiepida, possa favorire anche la diuresi e la purificazione dell’organismo.
  • Verdure: fra gli altri alimenti da consumare per combattere la ritenzione idrica figurano certamente anche il pomodoro, il sedano e i cibi ricchi di fibre (come i cereali e le verdure).
  • Potassio: la ritenzione idrica va combattuta anche evitando che l’organismo possa avere delle carenze a livello di quantitativo di potassio presente nel corpo. Proprio per questo motivo, per assicurare delle quantità sempre sufficienti, è bene mangiare cibi quali banane, patate, mandorle oppure bere del succo di prugna.