La dieta durante il periodo degli esami di maturità è molto importante poiché il cervello ha bisogno di un nutrimento supplementare per fronteggiare le ore di studio e la tensione che precede questo importante appuntamento.

Secondo una ricerca condotta dal Servizio di Fisiopatologia Metabolico-nutrizionale dell’Irccs Fondazione Maugeri, l’alimentazione influenzerebbe il rendimento soprattutto delle ragazze e per questo una dieta equilibrata durante questo periodo deve contenere una quota maggiore di zinco e ferro che sembra possa migliorare le performance soprattutto in materie come l’italiano e la matematica.

Con lo studio, pubblicato sulla rivista Current Topics in Nutraceutical Research, si è giunti a questi risultati dopo aver monitorato 40 ragazze durante l’ultimo quadrimestre prima di sostenere degli esami.

I ricercatori hanno esaminato una sorta di diario alimentare tenuto dalle ragazze comparato con i risultati ottenuti a scuola e si è evidenziato come un’alimentazione ricca di ferro avesse influenzato positivamente sia i voti di italiano che di matematica, mentre lo zinco sembra avere un peso determinante solo in italiano e precisamente nella prova scritta.

Chi invece non aveva assunto la giusta dose quotidiana di questi due minerali non ha raggiunto neanche la sufficienza in queste due materie. Nello studio sono stati prese in considerazione solo le quantità di zinco e ferro assunte attraverso l’alimentazione e non tramite integratori.

Occorre comunque ricordare che le quantità di ferro possono variare anche a seconda di alcune situazioni particolari come durante il ciclo mestruale quando una donna ha bisogno di circa 18 mg di ferro al giorno che possono essere integrati nella dieta quotidiana attraverso la carne, soprattutto il fegato e quella di cavallo, il pesce (alici, ostriche), i legumi (lenticchie), la frutta secca e alcune verdure come il radicchio e la rughetta. Lo zinco si trova invece in grandi quantità nella carne rossa.

La raccomandazione generale per le giovani ragazze che si accingono ad affrontare la prova degli esami di fine anno rimane comunque quella di non sottoporsi a diete dimagranti troppo restrittive, e comunque di essere sempre seguite da un medico, inoltre di integrare ove necessario gli elementi mancanti con appositi prodotti, anche per contrastare lo stress psicologico e la spossatezza fisica dovuta alle molte ore di studio e al caldo tipico della stagione degli esami di maturità.