La primavera porta con se oltre le belle giornate, tanta spossatezza e voglia di restare a riposo, si abbassa il grado di concentrazione e non riusciamo a trovare le giuste energie per affrontare le giornate.  Questo è un fenomeno normale, si tratta del cambiamento di stagione e il nostro corpo non sempre affronta con i tempi giusti questo adattamento che spesso si riflette in piccoli disturbi legati al sonno o all’alimentazione.

Per trovare le giuste energie bisogna partire proprio dalla nostra dieta alimentare: passato il periodo in cui la nostra alimentazione è dedita soprattutto ad accumulare riserve energetiche, ora bisogna mangiare alimenti che forniscano nutrienti da utilizzare subito.

Galleria di immagini: Cibi energizzanti

La prima cosa da fare è quella di eliminare o comunque ridurre pesantemente il consumo di cibi ipercalorici come insaccati, formaggi o dolci che, oltre a favorire l’aumento di peso, mettono in difficoltà il nostro organismo durante la digestione rallentandone il processo, e sono per noi fonte di stanchezza e pesantezza. Queste sensazioni a lungo andare possono trasformarsi in veri e propri stati depressivi, quindi non aspettiamo di essere proprio a terra sia fisicamente che psicologicamente ma prendiamoci cura del nostro organismo con una sana alimentazione.

Per stimolare la produzione di energia e per favorire la salute delle cellule nervose, vanno consumati molti alimenti che contengono micronutrienti come le vitamine e i minerali. Cereali integrali, legumi e semi di girasole e di arachidi contengono un’importante vitamina anti-fatica, la vitamina B1: in sua assenza potremmo anche avvertire dolori agli arti. Un’altra tra le più importanti è sicuramente la vitamina C, già conosciuta per le sue proprietà antiossidanti e per i benefici al sistema immunitario, la possiamo trovare in moltissimi alimenti tra cui gli agrumi, le fragole, i kiwi, i ribes, i broccoli, gli spinaci, i pomodori, i peperoni, i cavoli, e in molti altri.

Inoltre, possiamo integrare la nostra dieta con alimenti che migliorano le funzionalità del nostro organismo come le noci, la carne rossa e i latticini, i quali favoriscono un’azione disintossicante e energizzante grazie al loro contenuto di inositolo o carnitina, due cosiddette vitamino-simili. Importante anche l’assunzione di ferro, magari mangiamo spesso pesce come il merluzzo o il salmone, oppure le fave, poco conosciute ma altamente proteiche e soprattutto consigliate per contrastare stanchezza fisica e psichica.

Per iniziare bene la giornata è fondamentale la colazione, quindi stop a merende confezionate e a colazioni veloci al bar, preparate in casa la vostra colazione senza fare a meno di frutta, sia fresca che secca, cereali integrali e yogurt al posto del solito latte.

Sia i cereali che lo yogurt sono molto importanti per i loro benefici all’intestino, si consiglia soprattutto l’avena che, grazie al suo contenuto di fibre e nutrienti, svolge un’azione tonificante ed è consigliato anche in stati di convalescenza.