Chi sceglie di seguire una dieta senza carne dovrebbe sapere che, prima di mettere in pratica questa soluzione, sarebbe opportuno conoscere alcune importanti informazioni in merito. Eliminare la carne dal proprio regime alimentare, soprattutto se fatto in modo netto e drastico, può comportare infatti alcuni squilibri, dovuti alla carenza improvvisa di sostanze fondamentali per l’organismo.

Dieta senza carne: quali sostanze integrare

Parlando di carenze che potrebbero verificarsi con l’eliminazione drastica della carne dal proprio regime alimentare, le prime due sostanze che saltano all’occhio sono il ferro e le proteine (a cui potrebbero aggiungersi anche i grassi, che assunti in piccole quantità sono comunque importanti per l’organismo e per il suo buon funzionamento). La carne, soprattutto quella rossa, è infatti ricchissima di queste due sostanze e ne garantisce un ottimo apporto. È per questo motivo che, una volta scelto di seguire una dieta senza carne, le stesse vanno opportunamente integrate, consumando altri alimenti che possano garantirne l’assimilazione.

Per quanto riguarda invece la carne bianca (come ad esempio la carne di pollo), questa può essere ricca di fosforo, selenio e vitamine, tutte sostanze che andrebbero recuperate anch’esse, per permettere all’organismo di funzionare sempre nel migliore dei modi.

Dieta senza carne: cosa succede se non si integra

Eliminando del tutto la carne dalla propria alimentazione, senza bilanciare opportunamente questa esclusione con altri cibi, si potrebbe incorrere in tutta una serie di disturbi – più o meno gravi – che vanno assolutamente evitati. Si va dalla mancanza di forze al pericolo di anemia, dalla perdita di tono muscolare ai problemi metabolici, dall’indebolimento di talune parti del corpo ai danni al sistema immunitario (con il pericolo di ammalarsi molto più facilmente e di guarire con più difficoltà). Insomma, un fisico che viene privato di alcune delle sostanze fondamentali, che ne regolano i meccanismi, è un fisico fortemente debilitato. Da tutto questo risulta chiaro, quindi, quanto importante sia informarsi nel modo più corretto prima di iniziare una dieta senza carne.

Dieta senza carne: gli alimenti per sostituirla

Fatte tutte queste dovute premesse, si andranno ora ad elencare gli alimenti con cui è possibile sostituire i principi nutritivi contenuti nella carne e che non devono mai mancare all’interno della propria alimentazione.

Fra gli alimenti che possono essere dei sostituti per la carne si possono citare:

  • il tofu (molto proteico)
  • il seitan
  • il muscolo di grano
  • il granulato di soia

Gli alimenti che invece possono aiutare e che devono essere presenti all’interno di una dieta senza carne sono:

  • i formaggi
  • latte e lattici
  • frutta e verdura
  • uova
  • cereali integrali
  • dolci e zuccheri (ma senza esagerare)
  • legumi
  • pesce azzurro (a meno che non si voglia eliminare anche questo)

Per quanto riguarda alcuni consigli pratici in merito all’assunzione naturale di ferro, è bene sapere che il consumo di latte e latticini va limitata se si hanno carenze di ferro poiché i latticini impediscono la sua perfetta assimilazione. Sempre per quanto riguarda l’assimilazione di ferro, il modo migliore per permetterla è quella di mangiare cibi ricchi di ferro (come i legumi, ad esempio) e contestualmente cibi ricchi di vitamina C (o integratori). La vitamina C aiuta infatti ad assimilare il ferro.