Una dieta veloce e sana che bruci i grassi? Non una, ma tante! Basandosi sul consumo di calorie e sulla scelta del cibo, vi consigliamo alcune strategie che vi aiuteranno, se associate a un esercizio fisico costante, a perdere quegli odiatissimi chiletti accumulati.

Un programma facile da seguire, veloce è sicuramente la One, One One diet, pensata da Rania Batayneh, famosa nutrizionista che riduce il girovita e aumenta il metabolismo e l’energia. In cosa consiste? In una porzione di carboidrati, una di proteine e una di grassi da abbinare a ogni pasto. Abbinando sempre queste tre componenti, i livelli di zuccheri nel sangue restano costanti e si allontana il rischio di ipercolesterolemia, diabete e altri disturbi cadriovascolari. Il bello di questa dieta? Meno 5 kg in un mese.

Una dieta veloce che non passa mai di moda è quella del minestrone. Il perchè è presto detto. Efficace, semplice da seguire e miracolosa: meno 5 kg in sette giorni. Attenzione però. Essendo ipoproteica e non equilibrata va seguita per una settimana, due al massimo. Ha un’azione disontissicante oltre che dimagrante e permette un riequilibrio di zuccheri e grassi nel sangue. Al minestrone, da consumare a pranzo o a cena liberamente, va poi associato un consumo di riso integrale, verdure cotte, frutta e acqua.

E se un mese (One One One diet) vi sembra un’eternità, una settimana (minestrone) infinita, se proprio scalpitate per il miracolo, vi consigliamo una dieta che vi farà perdere 2 kg in 3 giorni. Cosa occorre? Eliminare quasi del tutto i carboidrati, arricchire l’alimentazione di proteine, verdure, frutta e latticini e consumare sulle 800-1000 calorie. Per colazione coccolatevi con centrifugato di frutta, un caffè d’orzo amaro e yogurt magro con cereali; per pranzo un’insalatona mista con 30 grammi di pane integrale, a merenda dell’ananas fresco e a cena un minestrone di verdure. Soffrirete per tre giorni, ma ne vale la pena.

Qualsiasi dieta scegliete, fate attenzione quindi alla scelta dei cibi e alle porzioni. Esistono alimenti detox che servono a depurare il fegato in modo naturale. Tra questi l’ananas, la zucca, il pompelmo e il limone aiutano ad eliminare le tossine e le scorie che sono i principali responsabili dei gonfiori.

Foto: Shutterstock