Sono in aumento le persone che seguono una dieta senza glutine pur non essendo celiaci, poiché è opinione diffusa che i cibi gluten free riescano a far perdere più facilmente peso. Opinione però del tutto sbagliata, come sottolineano gli esperti dell’Università di Pavia, ovvero Roberto Corazza e Antonio di Sabatino.

In base a quanto pubblicato su Annals of Internal Medicine, quella dieta senza glutine tanto di moda negli ultimi tempi tra persone comuni e personaggi famosi del mondo dello spettacolo non dovrebbe esser seguita se non vi è davvero la necessità di farla perché intolleranti al glutine. Non ha senso, a parer loro, eliminare il glutine dagli alimenti solamente per motivazioni legate al peso anche perché se con esso si eliminano dall’alimentazione anche sostanze importanti come ad esempio le fibre alimentari.

La cosiddetta sensibilità al glutine non è ancora oggi comprovata da alcun test clinico e molti pazienti italiani, prima di intraprendere una dieta dimagrante gluten free, riportano alcuni disturbi, quali innanzitutto dolori all’addome, senso di gonfiore e sonnolenza. In base a quanto riferito da Corazza e Sabbatino:

«C’è un ammontare considerevole di attenzione sulla sensibilità al glutine in pazienti non celiaci: in particolare nuovi gruppi di discussione appaiono praticamente giornalmente su Internet, ma molte delle tesi sostenute non hanno alcun sostegno scientifico. [Si invita dunque a, ndr] far prevalere il senso comune sulla “sensibilità” in modo da evitare che una preoccupazione sui possibili effetti del glutine evolva nella convinzione che il glutine è un alimento tossico per la maggior parte della popolazione. E in modo da prevenire la possibilità che un potenziale problema di salute divenga un problema sociale».

Dire addio al glutine senza che un medico specialista abbia accertato la presenza della celiachia nel soggetto può però portare dunque a dei seri disturbi alimentari. Meglio quindi evitare delle improbabile diete fai da te, come spesso succede nel caso di quella gluten free.

Negli Stati Uniti, ad esempio, sono milioni coloro che credono di essere intollerante al glutine ma i quali non si sono mai davvero sottoposti a dei test per accertarlo, e la medesima cosa vale anche negli altri territori. È pertanto assolutamente necessario prestare attenzione poiché la dieta senza glutine è spesso necessaria se si è davvero celiaci, ma sicuramente non è per tutti.