I difetti fisici non sempre sono sinonimo di scarsa bellezza. Il fascino è nei dettagli e come le star insegnano, dei piccoli difetti possono diventare ben presto punti di forza ammaliatori. Basta tener presente che la chirurgia plastica è utile, ma in generale bisogna sentirsi bene con se stesse. Chi distingue la bellezza di un’anima a quella di un corpo non possiede né l’una né l’altra, diceva Oscar Wilde.

E allora ecco come trasformare i difetti in pregi e mostrare la propria bellezza in ogni occasione. Uno dei difetti più comuni è il naso lungo. Ci sono tante donne che hanno di questo problema: certo, a tutte piacerebbe avere un nasino minuscolo e alla francese, ma non è possibile. Bisogna prendere esempio da grandi donne del passato e del presente, come Barbra Streisand, il cui naso accompagna la sua icona da sempre, e sarebbe difficile immaginarla diversamente. Il naso, comunque, può sembrare più piccolo con un trucco accorto che giochi su luci e ombre.

Quando si passa una certa età, si iniziano a diffondere intorno agli occhi e alla bocca le zampe di gallina. Questo è un difetto che non può essere celato da nessun trucco, e che compare con gli anni. Se si ha la pelle molto chiara, le rughe degli occhi spuntano più facilmente e anche verso i trenta, ma niente paura: danno l’idea di aver vissuto intensamente, e la donna esperta esercita sempre il suo fascino con gli uomini.

Con i denti la questione si fa sempre più ardua, a meno che non si voglia stare sempre con la bocca chiusa. I difetti più comuni sono i dentoni, che, a meno che non siano anche sporgenti da prognatismo, possono anche incorniciare un gradevolissimo sorriso. Ai dentoni si accompagnano anche gli incisivi separati: in questo caso, si può cercare di essere autoironiche, magari con un adesivo-gioiello, che metta questo difetto in primo piano, come a dire: “ok, so che tra i miei denti passa un treno, ma io mi sento bella ugualmente”. L’atteggiamento è fondamentale in questi casi, come Madonna insegna.

Non c’è chirurgia plastica che tenga di fronte alle cicatrici. Non in Italia almeno. Le cicatrici in effetti sono un bel problema e se gli uomini le sfoggiano, un po’ come accadeva a Luke Perry negli anni ’90, per le donne il discorso cambia. Se la cicatrice è sul viso è sempre meglio coprirla: in farmacia ci sono molti prodotti come fondotinta e cipria coprenti, che vengono utilizzati addirittura per chi ha avuto un deturpante incidente stradale. Se le cicatrici invece sono sul resto del corpo, non vanno coperte ma sfoggiate come un gioiello, lanciando un messaggio chiaro: ora sono corazzata e pronta a tutto. Molti uomini adorano quelle che hanno l’aspetto della donna decisa.

Alcune credono che le sopracciglia grosse siano un problema. Se la natura ha dato delle arcate spesse, meglio conservarle: molte donne credono invece di diventare belle depilando troppo o addirittura interamente le proprie sopracciglia, che invece servono a definire l’espressione, e non c’è niente di meglio di quello che la natura ha donato. Questo però non significa che le sopracciglia debbano essere disordinate.

Qualcuna, in casi molto rari, ha le iridi degli occhi di colore differente. Tra tutti i difetti che vengono citati in quest’articolo, è probabilmente quello che ha esteticamente meno peso. Come i gatti, o come David Bowie, le iridi diverse esprimono mistero, e gli uomini – così come le donne – ne restano sempre grandemente affascinati.

A volte ci si preoccupa un po’ troppo delle proporzioni, come quelle di un mento importante o di una fronte ampia. Certo, l’esagerazione è brutta, se non si vuole fare la figura di un uomo o di un alieno, ma di solito la natura non sbaglia, e queste due caratteristiche conferiscono al volto una maggiore personalità. Basti pensare ad esempio a Christina Ricci: a nessuno verrebbe in mente di dire che il suo dolce viso è sproporzionato anche se, sulla sua fronte, ci si può giocare a tris.

Fonte: Msn.