È attualmente in corso, e proseguirà fino al 23 novembre, il passaggio in Toscana dalla TV analogica al digitale terrestre. Date inizialmente contestate a causa del disastro alluvionale dei centri di La Spezia e Massa Carrara, ma il Ministro dello Sviluppo Economico ha comunicato che lo switch off nei due comuni sopracitati è rinviato a data da stabilire.

Decisione apprezzata dai cittadini ancora in fase di emergenza a causa delle forti precipitazioni dei giorni passati, quindi scarsamente pronti ad affrontare le incombenze del digitale terrestre.

Galleria di immagini: Foto dello switch-off

Nello specifico, l’ordine cronologico per cui le seguenti provincie dovranno effettuare tutti i cambiamenti per continuare a guardare i programmi televisivi sono: Arezzo fra il 14 e il 17 novembre, Lucca tra il 16 e il 18, mentre Pistoia, Prato e Siena dovranno effettuare il cambiamento tra il 17 e il 18. Seguiranno quindi Firenze, Pisa e Livorno dal 18 in poi e, infine, il comune di Grosseto verrà coinvolto dal passaggio dal 18 al 22 novembre.

Il piano del ministro dello sviluppo prevede che entro il 2012 tutti i comuni italiani dispongano esclusivamente del segnale digitale, quindi è necessario affiancare al proprio televisore un decoder digitale, qualora l’apparecchio non disponesse di un ricevitore DTT integrato.

Tra i disagi del passaggio, come possibili problemi di sintonizzazione e adeguamento dell’impianto d’antenna, vi sono fortunatamente anche dei fattori positivi: con il digitale terrestre aumentano esponenzialmente le emittenti disponibili, con diversi canali tematici in più.

Fonte: Ansa, Decoder.Comunicazioni