Dimagrire con il riso non solo è possibile ma anche indicato per chi voglia perdere peso velocemente. Il riso bianco, tradizionale o basmati, regala un senso di sazietà a lungo, è facilmente digeribile e, grazie alla sua bassa concentrazione di sodio, stimola la diuresi e ha un effetto purificante. Appare perfetto, dunque, per una dieta dimagrante.

Il riso, inoltre, è ricco di vitamine del gruppo B, che assicurano un buon funzionamento dei processi metabolici facendo sì che l’organismo bruci meglio l’energia introdotta con l’alimentazione e del sistema nervoso. È il cereale adatto ai celiaci, che non tollerano il glutine contenuto in molti cereali come il frumento. È un alimento disintossicante, perfetto per aiutare in una dieta detox, soprattutto quando si ha bisogno di rigenerarsi.

Il riso integrale è molto ricco di fibre, aiuta la digestione e in particolare è un ottimo alleato contro la costipazione. Il riso rosso e il riso nero (o riso Venere) sono un alleato contro l’ipertensione, aiutando a regolare la pressione del sangue, e contro il colesterolo alto. L’aiuto nella digestione e il contributo contro il colesterolo, oltre al potente effetto depurante, rendono il riso l’alimento ideale per una dieta ad hoc.

Come tutte le diete, anche quella del riso va seguita solo dopo avere consultato un nutrizionista che valuterà ogni singola situazione. Vediamo come fare.

  • Il riso ha un alto indice glicemico che, oltre a fare salire rapidamente gli zuccheri nel sangue, tende a scatenare un forte appetito poche ore dal consumo per effetto dell’insulina. Per questo motivo, va sempre accompagnato da proteine magre.
  • Con la dieta del riso si possono perdere inizialmente circa 11 chili e poi – per ogni settimana a seguire – tra un chilo e un chilo e mezzo.
  • Uno dei lati positivi della dieta del riso è dato dai benefici per la pressione sanguigna e per i livelli di colesterolo. Uno degli effetti collaterali più comuni a tutte le diete, ovvero gli attacchi di emicrania, attraverso questo regime alimentare appaiono ridotti.
  • La dieta del riso si compone di due parti fondamentali. La prima, nota come la fase di disintossicazione, richiede una rigida attenzione sul consumo di frutta e di riso integrale e sulla capacità di evitare tutti gli alimenti ricchi di sodio. Inoltre, il valore energetico da assumere durante la giornata dovrebbe essere di circa 800 kcal, dunque è in base a questo numero che si dovrebbero scegliere e preparare i propri pasti. Questa prima fase dura tre giorni.
  • Durante la seconda fase, che deve durare 9 giorni, è consentito assumere fino a 1200 kcal al giorno, nelle quali possono essere incluse quelle contenute da verdure e carboidrati. Nel regime, può essere anche aggiunto il consumo di pesce, ma solo una volta a settimana.
  • La dieta del riso è poco equilibrata, perché ammette soltanto pochi alimenti, eliminandone molti altri. Per questo motivo, legato alla salute, è un regime alimentare da adottare solo per brevissimi periodi e comunque va scelto soltanto dietro approvazione del medico o dell’esperto nutrizionista.