Seguire per un certo periodo un'{#alimentazione} basata sulla cucina indiana può rivelarsi un’alternativa gustosa, sana e naturale per perdere chili e rimettersi in forma.

I piatti indiani sono infatti preparati con ingredienti più sani e magri della media, soprattutto se comparati a quelle cucine in cui si fa un uso eccessivo di {#alimenti} e {#condimenti} grassi. Riso, pane integrale e verdure sono invece i protagonisti indiscussi della tavola di questo Paese. Vediamo più nel dettaglio quali sono le linee guida di questa cucina e perché può aiutarci a ritrovare la linea.

Innanzitutto, un ridotto utilizzo di condimenti grassi. Le spezie sono infatti l’alternativa a olio, burro e salse dei piatti indiani: donano sapore e gusto alle ricette senza appesantirle inutilmente. Il sapore delle spezie inoltre, essendo molto intenso, ci farà gustare con ancora più soddisfazione il nostro pasto, il che non è da sottovalutare. Tra le spezie più impiegate il coriandolo (favorisce la digestione), il cumino (digestivo e anti cancerogeno), la cannella (antiossidante) e il curry.

La maggior parte degli ingredienti utilizzati per la preparazione dei piatti indiani è inoltre molto povera di grassi: verdure, riso e legumi sono gli alimenti che non mancano mai all’interno di un vero piatto indiano. Come sappiamo le verdure sono ricche di acqua, vitamine e fibre, il riso è più digeribile rispetto agli altri cereali e i legumi poveri di grassi.

Per quanto riguarda il pane, il metodo di preparazione del pane indiano lo rende molto più leggero rispetto a quello tradizionale di casa nostra: preparato con farina integrale macinata a pietra, è privo di lievito e quindi facile da digerire. Le varietà di pane più comuni sono il Roti, il Tandoori Roti e il Tandoori Nan. L’aspetto del pane indiano è simile a quello di una nostra piadina, perché la sua funzione è proprio quella di accompagnare i cibi come un piatto vero e proprio.

I piatti indiani sono inoltre particolarmente ricchi di fibre: legumi, verdure, cereali, come abbiamo visto, sono alimenti che presentano un’alta concentrazione di fibre, sostanze indispensabili per il corretto funzionamento del nostro organismo e che, inoltre, riducono il senso di fame e prolungano quello di sazietà.

Particolarmente efficaci per sgonfiarsi e perdere qualche chilo sono i rimedi della dieta ayurvedica, come bere al mattino un bicchiere di acqua calda con sciolto all’interno un cucchiaino di miele oppure consumare regolarmente succo di carota (molto diuretico), tè al limone e salse a base di menta, chiamate chutney, dalle spiccate proprietà digestive.

Fonte: Onlymyhealth