Ogni anno, al primo tepore primaverile, quando l’estate dopotutto non è poi così lontana, puntuale arriverà l’assalto alle palestre non senza aver cominciato improbabili diete ipocaloriche. Si può ritrovare la linea grazie alle erbe?

La risposta è sì, ovviamente prestando la massima attenzione agli ingredienti che si scelgono. Le tisane non sono certo gli elisir dell’eterna giovinezza ma, se assunte con regolarità, diventeranno un utilissimo aiuto nella dieta per tornare in forma, soprattutto se alle classiche tisane già confezionate (dall’effetto piuttosto blando) si preferiranno gli estratti concentrati. 

Galleria di immagini: tisane dimagranti

Le erbe sono ottime alleate perché non presentano particolari controindicazioni, ma se si soffre di particolari patologie e si assumono farmaci è opportuno consultare il proprio medico. Un’ottima tisana dimagrante l’ha ideata Marco Visconti, degli ambulatori di medicina non convenzionale del Fatebenefratelli di Roma.

La novità è che la si potrà facilmente preparare a casa dopo una capatina in erboristeria. Ecco la ricetta: 130 grammi di quercia marina, 100 grammi di bardana, 70 grammi di frassino e 100 di marrubio. Basterà poi versare in un pentolino 250 millilitri di acqua (la classica tazza da colazione) e portarla a ebollizione, versare 10-15 grammi di erbe e lasciarle in infusione per quattro o cinque minuti. Una volta filtrata la tisana, basterà un po’ di miele a dolcificarla: è da evitare, lo zucchero che potrebbe neutralizzare alcuni principi attivi.

È importante bere la tisana abbastanza calda per far sì che le erbe contenute in questa miscela rimettano in circolo i grassi in eccesso e abbiano effetti depurativi sull’organismo. Normalmente, i risultati si vedranno se le tisane saranno bevute con una certa regolarità per un ciclo di 20 giorni, al quale seguirà una pausa di due settimane circa e così via per un altro ciclo.

In questo modo le proprietà della quercia marina (più conosciuta come fucus) favoriranno la funzionalità tiroidea e stimoleranno il metabolismo; il marrubio, famoso per le proprietà digestive, sarà un efficace ingrediente anticellulite, mentre la bardana è famosa per le sue funzioni drenanti soprattutto a livello cutaneo in virtù della sua attività globale sull’organismo ma anche elettiva su un tessuto, quale quello cutaneo, il cui funzionamento difettoso ostacola l’eliminazione delle tossine prodotte dall’organismo.