Nella lotta all’obesità pare che svolgano un ruolo fondamentale i batteri intestinali, che aiuterebbero il nostro corpo a assorbire meno calorie e a ridurre peso specialmente se associati a una dieta dimagrante. È quanto hanno scoperto gli scienziati con uno studio pubblicato dalla rivista Cell Host and Microbes, che potrebbe essere utile ad avere ulteriori informazioni sul problema dell’obesità.

Questa ricerca è stata condotta sui pesci zebra, che hanno la caratteristica di essere trasparenti quando sono giovani: gli scienziati li hanno nutriti con acidi grassi fluorescenti e di conseguenza, grazie al loro corpo trasparente, sono riusciti a osservare il modo in cui si assorbono e trasportano i grassi in presenza o in assenza dei microbi dell’intestino.

In particolare, un gruppo di microrganismi denominati firmicuti aumentano il numero di calorie assorbite da chi mangia. Spiegano i ricercatori dell’Università del North Carolina, responsabili di questo studio:

«il risultato potrebbe essere trasferito all’uomo: manipolando la flora batterica si potrebbero ridurre i grassi assorbiti.»

In futuro, manipolare e “arruolare” questi batteri intestinali potrebbe essere un validissimo aiuto per la lotta all’obesità, per il dimagrimento naturale e per un corpo in forma e in piena salute. Non si conoscono però eventuali effetti dannosi sull’organismo, dunque bisognerà attendere ulteriori approfondimenti a riguardo.