Se le diete rigide e le cene a base di insalata sono difficilmente praticabili per qualcuno, c’è un modo di dimagrire efficace e senza troppi sacrifici: nascondere le verdure nei cibi. A svelarlo è una ricerca condotta da Alexandria Blatt, Liane Roe e Barbara Rolls dell’Università della Pennsylvania, e poi pubblicata sull’American Journal of Clinical Nutrition.

Alla base della ricerca c’è un semplice dato di fatto: le verdure sono dietetiche e fanno bene, ma a molte persone non piace mangiarle e finiscono per evitarle.

Galleria di immagini: Ricette alle verdure

È però possibile mangiare, e far mangiare alla propria famiglia le verdure, senza quasi che nessuno se ne accorga, cioè inserendole in altre pietanze di “nascosto” e ottenere ottimi risultati in quanto a risparmio di calorie e salute.

Lo studio è stato effettuato su quaranta uomini e donne di età variegata, i quali hanno consumato i loro pasti per tre settimane consecutive all’interno dell’università.

Soltanto in determinati giorni le ricercatrici hanno sostituito alcuni ingredienti delle portate principali di ogni pasto, aggiungendo verdure “nascoste” sotto forma di passato.

Le persone sottoposte al test hanno così mangiato il pane della colazione, la pasta del pranzo e il riso con pollo della cena, modificati con 130-220 grammi in più di verdure e un’equivalente diminuzione degli altri ingredienti. Il resto delle portate è rimasto invariato, e tutto poteva essere consumato a volontà.

Il risultato è un 15-25% di calorie in meno nei giorni in cui le pietanze erano servite “modificate” con più verdure, con un risparmio quindi di circa 300 calorie al giorno. L’inserimento delle verdure “nascoste”, oltre ad aumentare il consumo di vegetali, ha quindi diminuito la quantità degli altri ingredienti più grassi, apportando un grande beneficio dal punto di vista dietetico.

Sostituire i ripieni di carne con verdure sminuzzate, alleggerire le crocchette di patate o i tortini inserendo verdure in pezzetti, servire condimenti e contorni composti in parte da vegetali, aiuta a ridurre considerevolmente e senza accorgersene le calorie giornaliere. Al posto delle patatine fritte, per esempio, molto meglio servire in tavola delle frittelline di zucchine, o crocchette di patate con piselli o spinaci.

Questa azione, ripetuta con continuità, porta a un naturale dimagrimento, che seppur lento è comunque indolore e senza privazioni. Si tratta di un modo di alimentarsi più sano, perfetto anche per i bambini che non amano mai mangiare verdure “riconoscibili”.

In conclusione, oltre a tenerci in forma, grazie agli alimenti “nascosti” si facilita il consumo delle razioni quotidiane consigliate di frutta e verdura, necessarie per restare in buona salute.