Perdere peso, a volte, è davvero difficile. Petto di pollo alla griglia con insalata ed estenuanti sessioni quotidiane di palestra, alla lunga, stufano. Esistono, però, trucchi e accorgimenti che, se affiancati a dieta ed esercizio fisico, possono aiutarci a dimagrire senza affaticarci troppo.

Per prima cosa è necessario fare attenzione all’orario in cui si cena: mai mangiare dopo le 20. Dopo quest’ora il metabolismo, ovvero l’insieme dei processi chimico-fisici che trasformano il cibo in energia, rallenta e dimagrire diventa più difficile. L’ideale sarebbe consumare la cena almeno quattro ore prima di andare a dormire.

La colazione e il pranzo hanno un’importanza fondamentale per il dimagrimento. Mangiare dopo otto ore di sonno, infatti, è necessario per attivare il metabolismo che durante la notte tende a rallentare. Un pranzo equilibrato, con proteine, verdura e frutta, ci aiuterà a non arrivare all’ora di cena troppo affamate.

La masticazione è uno strumento utile per dimagrire e per controllare il peso. Masticare piano i cibi e mangiare lentamente, cosa che le persone in sovrappeso tendono a non fare, aiuta a sentirsi sazi prima e, quindi, a mangiare meno.

È ormai risaputo che bere almeno due litri di acqua al giorno è necessario per mantenere il nostro organismo ben idratato e in salute. L’acqua, inoltre, contribuisce al buon funzionamento del metabolismo. Portiamo sempre con noi una bottiglietta d’acqua e cerchiamo di bere durante tutta la giornata.

Un’altra regola d’oro per dimagrire è fare piccoli pasti frequentemente. Mangiare tra un pasto e l’altro carboidrati complessi, come frutta, verdura e muesli, contribuisce ad accelerare il metabolismo e ci aiuta a non sentire i morsi della fame. Più siamo affamati e meno controllo abbiamo sulla quantità di cibo che ingeriamo.

Un trucco per evitare di abbuffarci quando usciamo fuori a cena è fare un piccolo spuntino light prima di andare al ristorante. Resistere di fronte a ricchi buffet o limitarsi mentre tutti i nostri amici addentano piatti golosi può diventare una prova di forza. Mangiare uno yogurt o un frutto prima di cena limiterà la nostra fame.

Il momento della spesa è un incubo per chi è a dieta: attraversare interi scaffali ricolmi di cioccolato, patatine e snack di ogni tipo senza cadere nella tentazione di acquistarli è davvero complicato. Meglio andare al supermercato a stomaco pieno. In tal modo sarà più semplice scegliere di acquistare cibi sani.

Per perdere peso lo sport è necessario. La scelta migliore è correre, camminare o anche solo passeggiare almeno 20 minuti al giorno. Se vogliamo raggiungere risultati più velocemente dobbiamo incrementare il tempo dedicato al movimento. Come? Parcheggiando la macchina lontana dalla sede di lavoro ed evitando gli ascensori.

I condimenti sono “nemici” della linea. Facciamo grande attenzione alle pentole che utilizziamo per cuocere: preferiamo quelle che permettono una cottura con pochi grassi come le griglie, le vaporiere e il microonde. Meno olio significa meno calorie.

Un vero e proprio trucco è quello di tagliare a pezzi piccoli gli alimenti e preferire piatti di ridotte dimensioni. Potrebbe sembrare solo un’illusione ottica ma avere davanti a sé un piatto colmo di cibo è più soddisfacente. Ci sazieremo più velocemente mangiando meno.

Pochi lo sanno ma tra bocca e naso esiste un punto che, se premuto tre volte, aiuta a non sentire i morsi della fame. E, se nonostante questo “punto magico”, la voglia di dolci persiste preferiamo il cacao al cioccolato. Il cacao, infatti, stimola il metabolismo e possiede un effetto diuretico.

La frutta è un ottimo sostituto dei dolci. Il suo sapore zuccherino può aiutarci a calmare la voglia di torte e cioccolato. Dopo i pasti, quando il desiderio di addentare un biscotto è più forte, mangiamo un frutto. Ci aiuterà a finire il pasto con dolcezza senza assimilare calorie e grassi inutili.

Fonte: Alimentazione – salute.