“Trenitalia informa”: purtroppo la voce metallica delle Ferrovie dello Stato risuonerà ancora per diversi giorni a causa di un incendio scoppiato nella stazione di Roma Tiburtina, portando numerosi disagi ai viaggiatori in una delle giornate dedicata alla partenza per le vacanze.

Le fiamme si sarebbero sviluppate nei tunnel sotterranei e successivamente si sarebbero estese alla stazione per circa 15 ore durante la notte tra sabato e domenica, raggiungendo la sala operativa e mettendo fuori uso i controlli elettronici per l’alta velocità. Secondo i Vigili del Fuoco, l’origine dell’incendio è al 90% un corto circuito, nonostante i maliziosi abbiano pensato fosse una manovra del movimento No Tav.

Galleria di immagini: Incendio Roma Tiburtina

Ad ogni modo, i disagi ci sono e la situazione per le ferrovie è critica: diverse ore di ritardo per i passeggeri della Tav, soprattutto coloro che desiderano raggiungere Genova, Milano, Bologna, Firenze e Napoli. Altero Matteoli, ministro dei Trasporti, ha scritto una lettera ai viaggiatori assicurando loro che Trenitalia e la Regione Lazio stanno facendo il possibile per risolvere il problema:

“L’incendio alla stazione Tiburtina di Roma, oltre a provocare danni ingentissimi ancora da valutare nella loro pienezza, ha determinato una situazione molto seria che genera pesanti disservizi, peraltro inevitabili. Posso garantire che le Ferrovie dello Stato stanno operando con il massimo impegno per alleviare i disagi a chi si mette in viaggio. Faccio appello alla pazienza dei cittadini che utilizzeranno il treno nei prossimi giorni, tenuto conto che il rogo della stazione Tiburtina fa parte degli eventi imponderabili e imprevedibili. I viaggiatori sono pregati di consultare il sito di Trenitalia per verificare le ultimissime informazioni sulle corse dei treni.”