Mai si era assistito ad uno spettacolo così sexy sul tradizionalissimo palco del Festival di Sanremo. A rendere bollente la serata del numeroso pubblico da casa e dei pochi fortunati seduti al teatro Ariston, ci ha pensato lei: Dita Von Teese, la regina del burlesque.

Capelli corvini, labbra rosso fuoco e fisico prorompente, l’artista americana ha riportato in auge un tipo di spogliarello sexy ed elaboratissimo, ispirato all’immaginario glamour degli anni ’30 e ’40, sempre pruriginoso ma mai volgare. Un tipo di spettacolo, in altre parole, che non ti immagineresti di certo presentato dalla nostra Antonella Clerici.

E invece, ieri sera, subito dopo la mezzanotte, la lunare Dita ha sedotto la platea italiana in un trionfo di lustrini, giarrettiere e tacchi a spillo. Lasciva ha lasciato cadere indumento dopo indumento, fino ad abbandonarsi in una coppa da Martini gigante, ormai coperta solo di una manciata di strass. Una maxi oliva a farle da spugna, le goccioline a carezzarle un corpo da pin up. Per concludere, un ultimo bacio sexy e gli uomini italiani hanno ripreso a respirare.

Davvero un personaggio esplosivo, in molti sensi, questa signorina Von Teese: balzata alle cronache per la sua love story, ormai finita, con la rockstar maledetta Marilyn Manson, ha saputo reinventare uno spettacolo sexy e divertente, rendendolo arte visuale. Con piglio da manager, poi, ha fatto di se stessa un business: libri, DVD, lingerie e alcolici. Il suo nome firma tutto ciò che, con classe, è associato ai piaceri più sfrenati. Da ieri notte, lo sanno anche gli italiani: difficile possano dimenticarla.