Il divertimento sul lavoro è una componente indispensabile. Impossibile pensare di passare otto ore in ufficio senza trovare un modo per svagarsi: il nostro corpo non è una macchina, ma è fatto di organi, sangue e cervello, pertanto, di tanto in tanto, ha bisogno di ossigenarsi e prendere aria.

Il divertimento sembra essere proprio il modo migliore per rilassarsi in quei minuti che risulteranno vitali per l’andamento positivo della giornata lavorativa. Quando si è al lavoro occorrerebbe mettere un po’ di pepe e dare un po’ di colore alla giornata o si rischia di vedere tutto grigio, di annoiarsi e di cadere in depressione.

>> Scopri i lavori ideali per chi ama divertirsi

Divertirsi sul lavoro comincia già da prima di entrare in ufficio: con una bella colazione. Una brioche, un dolce fatto in casa, un frutto, cereali, accompagnati da una tazza di tè, caffè o cappuccino sono il modo migliore per iniziare la giornata ed entrare in ufficio col sorriso stampato sulle labbra.

Essere gentili con chi ci è vicino è il secondo passo fondamentale per una giornata serena: la gentilezza col capo, il collega o lo stagista contagerà gli altri e tornerà indietro. Un posto di lavoro in cui tutti si trattano in maniera educata è di sicuro più rilassante e più incline all’amicizia, alla risata, allo scherzo e al divertimento. In altre parole: bisogna creare un ambiente disteso e vivibile, privo di tensioni.

Ridere risulta quasi imprescindibile. Specie se, con fine autoironia, si ride di se stessi. Anche la risata è contagiosa e permetterà di creare un ambiente amicale. Inoltre, se, come già detto, si dimostra autoironia, i colleghi saranno invogliati a essere sempre gentili e rispettosi l’uno con l’altro.

Per distendere una giornata lavorativa particolarmente pressante possono essere utili i prodotti da forno. Uscire e tornare con un vassoio di brioches, di biscotti al cioccolato o di pizza appena sfornata sarà un toccasana per tutti quanti: i carboidrati migliorano l’umore e stimolano l’allegria. Se si parla di cibo, non si può rinunciare alla pausa pranzo, durante la quale, però, non si deve solo mangiare. Si ha disposizione un’ora? Allora si mangia un po’ e poi si fa una breve passeggiata, per evitare di cadere addormentati nel turno pomeridiano. Si prende un po’ di sole e si fa il carico di energia e positività.

Indubbiamente, un altro modo per rendere vivibile e più colorato l’ambiente di lavoro è personalizzarlo. Stare otto ore seduti a una scrivania identica alle altre, in cui spiccano i colori bianco, nero e grigio è di sicuro deprimente. Aggiungere un fiore, le foto delle amiche, del compagno o dei figli, attaccare qualche decorazione simpatica aiuterà a vedere colorati non solo la scrivania ma anche il lavoro in sé e per sé.

Certo, si può decorare, mangiare, ridere e scherzare con i colleghi, ma come fare se si temono il capo e i suoi sbalzi d’umore? Niente paura: basta pensare che anche il capoufficio è umano e che può avere giornate storte e giornate positive. Se il capo diventa troppo pesante, allora bisogna porsi come obiettivo l’orario di uscita dal lavoro e pensare solo a ciò che si farà dopo.

Fonte: All women stalk