Patrick Djivas, lo storico bassista della Premiata Forneria Marconi, ha spiegato al pubblico la propria opinione sui talent show.

Per chi non la conoscesse, la Pfm è un gruppo musicale italiano che ha ottenuto grande popolarità negli anni ’70, sia a livello nazionale che mondiale.

Secondo il bassista, entrato nel gruppo della Pfm nel 1973, i talent sarebbero una vera e propria lotteria e non uno strumento adeguato per diventare bravi cantanti o musicisti:

Di quelli che entrano nei talent show su cento uno ce la fa e 99 tornano a casa, ma anche chi ce la fa, non diventa un musicista. Al massimo diventa famoso.

Musicisti non si nasce, ma lo si diventa solo con lo studio e la passione, impiegando tutte le proprie forze.

Inoltre, Djivas fa presente come non tutti i musicisti, dopo tanti sacrifici per lo studio, riescano a raggiungere il successo:

Per diventare un musicista professionista bisogna intraprendere una carriera molto più difficile a cui dedicare tutta la propria vita, ma che magari ti renderà famoso solo tra 10 anni, oppure mai.

Ultimamente, la Pfm è impegnata nel tour “PFM canta De André”: la prossima tappa sarà a Cremona il 21 novembre 2009. Il tour avrebbe dovuto toccare anche Milano, ma il concerto è stato annullato e rinviato a febbraio in data da definirsi.