Capita di guardare le vetrine delle città e di innamorarsi di un accessorio che, obbiettivamente semplicissimo, raggiunge un costo davvero elevato solamente perché prodotto da un brand famoso.

Ultimamente però, si è sviluppata una nuova tendenza: il DIY acronimo di “Do IT Yourself”, letteralmente: “farlo da soli”.

La filosofia è immediata e il processo molto semplice: si cerca l’accessorio simile a quello che si vuole personalizzare (il paio di scarpe, i pantaloni o il cerchietto) e i materiali con cui decorarlo (borchie, nastrini o strass), un pizzico di manualità e il gioco è fatto.

L’altro lato interessante di questa tecnica, è il poter personalizzare i propri lavori: nel vestito originale c’era qualcosa che non andava a genio? Delle scarpe non piaceva la forma delle borchiette? In questo modo si sceglie con il proprio gusto personale, come creare e cosa applicare.

Ma il DIY non si ferma a questo: un oggetto datato o un po’ anonimo può essere reinventato a seconda della fantasia o dell’ispirazione del momento. Tutto è permesso: piume colorate, catene di metallo e applicazioni di perline. Ogni accessorio che indosserete diventerà unico e personale.

Di guide ne esistono di tutti i tipi e per gli accessori più svariati, basta semplicemente cercare con l’aiuto di un motore di ricerca. Alcuni esempi, per cominciare, si trovano sul blog di Anni: ora liberate la fantasia e, se avete piacere, lasciate pure i vostri tutorial preferiti tra i commenti. Attendiamo le vostre creazioni.