È sempre un gran sollievo sapere che, per fortuna, c’è chi continua a battersi per affermare determinati modelli sociali e culturali in una società come la nostra che, troppo spesso ormai, sembra smarrire la retta via. Negli ultimi tempi, per esempio, il delicato tema dell’anoressia è stato toccato spesso e, purtroppo, non è stato sempre per evidenziarne gli aspetti devastanti.

Alcune case di moda, così come alcune top model, hanno fermamente chiarito la propria posizione pro anoressia, così come molti siti Web hanno diffuso le macabre linee guida per poter diventare filiformi e ai limiti della sopravvivenza.

Sono questi alcuni dei motivi per cui l’iniziativa di cui stiamo per parlarvi assume un enorme valore e merita di essere raccontata. Per la prima volta in assoluto, infatti, il 10 e 11 luglio sarà mostrato il primo calendario raffigurante donne formose, in carne, belle e in piena salute.

Il calendario, che è stato totalmente curato dall’associazione culturale “Pin Up del 2000“, sarà presentato in occasione dell'”Isola del Cinema” di Roma e sarà venduto a prezzo “sociale” per sostenere i futuri progetti.

La figura cardine è quella di Simona Sessa, promotrice in Italia del cosiddetto “Pin Up Style” ma anche giornalista, scrittrice e blogger. La sua personale battaglia comincia molti anni fa e impegna tutte le sue energie nella rinascita di un modello di bellezza antico, naturale, luminoso.

Che ben vengano, allora, le taglie forti, quelle che superano la tanto agognata 42 e che vanno dalla 44 alla 50. Un omaggio alla sensuale bellezza delle donne del secondo dopoguerra e delle dive del cinema di quegli anni, un promemoria di vitalità, fascino e salute. Dodici scatti e un unico messaggio: “Le vere donne hanno le Curve“.

L’obiettivo dell’associazione e della stessa Simona Sessa, infatti, è quello di riportare alla luce quei modelli di benessere troppo spesso dimenticati e scavalcati a favore degli standard imposti con tanto fervore dai mass media.

Le dodici ragazze fotografate hanno scelto di posare in modo gratuito per il calendario e sono tutte accomunate dal grande desiderio di comunicare quel senso di orgoglio e soddisfazione che provano per il proprio corpo. Le loro forme morbide le rendono uniche e speciali, la loro salute perfetta le rende ancora più belle e, soprattutto, dona loro quella femminilità che, altrimenti, non avrebbero.

Le foto rappresentano, nella loro semplicità, la speranza che tutti possano comprendere questo importante messaggio, che tutti siano in grado di andare oltre i canoni convenzionali dettati da un mondo che vive di immagine e, al tempo stesso, di fragilità e insicurezze.

Per tutte le informazioni sulla biografia completa e i sui progetti dell’associazione “Pin Up del 2000” vi consigliamo di visitare il sito ufficiale, nell’attesa di vedere le preziose immagini del calendario 2011.