{#Dolce&Gabbana} hanno finalmente compiuto il loro tanto atteso debutto nella {#moda} haute couture. Attesissimo dalle amanti della maison italiana e da molti degli addetti ai lavori, il grande passo è avvenuto lo scorso 9 luglio nella suggestiva cornice siciliana di Taormina, con una {#sfilata} davanti a un pubblico ristrettissimo di pochi fortunati, completamente composto da amici e volti noti del jet set internazionale.

Il duo più famoso della moda tricolore è stato accolto calorosamente dal suo pubblico al San Domenico Palace Hotel, in un contesto dalla forte connotazione siciliana, richiamando così anche le ultime campagne pubblicitarie scelte dal brand di moda. Gli abiti di Dolce&Gabbana, tutti realizzati in tessuti pregiati come pizzo e satin e caratterizzati da tagli eleganti e ricercati, hanno lasciato a bocca aperta i presenti grazie alla particolare commistione di elementi che ne fanno dei pezzi d’alto pregio sartoriale.

Franca Sozzani, direttrice di Vogue Italia, ha commentato dalle pagine del blog del sito web della sua testata la particolarità e unicità della sfilata spendendo parole di grande soddisfazione:

«Le modelle erano reali, belle donne su tacchi medi capaci di mostrare una classe e un’eleganza uniche. Una vera visione. La prova che si può essere unici scegliendo la semplicità e non la finzione. […] Questa è l’immagine che il nostro paese dovrebbe essere in grado di esportare, sbalordendo anche il più scaltro tra i redattori esteri di moda che spesso sottolineano come non siamo all’altezza della scena internazionale».

Fonte: Vogue