Il veganismo appare come un risultato difficile da raggiungere soprattutto nel campo dei dolci. I dolci tradizionali constano infatti di ingredienti impensabili per chi è vegano, come il latte, le uova e a volte anche lo strutto. Certo, lo strutto è un di più, in molti preferiscono il burro, ma attenzione: anche il burro proviene da un animale, per cui dovrebbe essere privilegiata la margarina che non contenga latte in polvere, che è in commercio da qualche anno. Ecco quindi alcune idee per ricette di dolci, torte e biscotti, cruelty free, per tutte le occasioni.

Se si è abbracciato il veganismo, tra le ricette da provare ci sono i vegan cookies, ossia i biscotti vegani con gocce di cioccolato. Questi si fanno con farina, lievito, cannella, caffè, sale e gocce di cioccolato biologico senza latte o in alternativa carruba, olio, acqua e vaniglia. Per i ghiottoni c’è anche la torta al cioccolato vegana, che si prepara con latte di soia, farina di frumento integrale, farina bianca, sciroppo d’acero, cacao in polvere, zucchero di canna, lievito, aceto di mele, sale, cannella, estratto di mandorla e tofu. Se la si vuole far somigliare alla sacher, si può aggiungere anche della marmellata di albicocche, per ridurre la dolcezza del cioccolato e creare una dicotomia di gusto.

Ci sono poi i biscotti allo zenzero: tra gli ingredienti farina, zucchero, melassa, latte di soia, cannella, lievito e naturalmente zenzero. E ancora i brownies alla zucca che prevedono cioccolato amaro, purea di zucca, zucchero, farina, estratto di vaniglia, lievito e sale. Sembra impossibile creare i cheescake vegani, che invece sono una realtà con semi di canapa, sciroppo d’acero, acqua calda, purea di zucca. succo di limone, vaniglia, tofu, biscotti vegani sbriciolati, olio e sale. Infine, esiste una ricetta di pop corn dolci che si realizzano evitando il burro e sostituendolo con malto e sciroppo d’acero, che li rende anche più salutari.

Il segreto è appunto nelle sostituzioni: il formaggio tradizionale si sostituisce con il tofu, i grassi animali con la margarina, il burro con lo sciroppo d’acero. Basta prestare un po’ d’attenzione in più e il gioco è fatto. Senza problemi di coscienza e sensi di colpa, se non quelli delle calorie assunte. Questi dessert sono infatti meno calorici, ma comunque sono pur sempre dolci.

=> Scopri i ristoranti vegani in Italia.