Può capitare a ogni donna, una volta arrivato “quel momento del mese”, di soffrire di dolori mestruali: molto spesso, tuttavia, può trattarsi semplicemente di sintomi fastidiosi, senza che vi arrivino effettivamente le mestruazioni.

Dolori di pancia, alle ovaie, ma anche mal di testa, mal di schiena, nausea, irritabilità, crisi di pianto immotivate e aggressività: questi possono essere i più classici sintomi – che generalmente si manifestano durante la sindrome premestruale – che affliggono il sesso femminile, ma che tuttavia in alcuni casi non sono accompagnate dal ciclo.

Tra le cause principali può esservi il cambiamento climatico, specie quando avviene il cambio di stagione: con sbalzi di temperatura il proprio corpo deve riadattarsi e, specialmente tra le donne più sensibili, si può soffrire di qualche fastidioso sintomo. Può capitare, inoltre, che questi dolori si presentino mentre il ciclo tende a ritardare: questi, oltre al cambio di stagione, possono essere causati anche da uno stato psicologico, specialmente se si sta vivendo un periodo di forti stress e sbalzi emotivi.

Non è da sottovalutare anche il periodo in cui si decide di interrompere la somministrazione di un contraccettivo – come l’anello ma anche la pillola – in quanto si potrebbe andare incontro a degli sbalzi ormonali che possono mettere sottosopra la regolarità del proprio ciclo.

Infine, ancora, dei dolori mestruali senza ciclo in alcuni casi possono ricondurre a una possibile gravidanza: i sintomi considerati “tipici” di una sindrome premestruale possono essere infatti gli stessi che vengono accusati durante i primi momenti in cui si aspetta un bambino. Questo perché anche durante la gravidanza la donna va incontro a degli squilibri ormonali che possono causare sintomi pressoché identici: i primi segni che possono far pensare ad un bebè in arrivo iniziano a manifestarsi, infatti, anche solo dopo 15 o 20 giorni dal concepimento. In questo caso possono verificarsi vertigini, dolori addominali e alla schiena insieme a stitichezza, sbalzi d’umore, scarsa concentrazione, mal di testa e seno gonfio e dolorante. Come quando si soffre di stress, però, tra i sintomi si affianca anche l’amenorrea, ovvero la mancanza di ciclo.

Dolori mestruali senza ciclo: come curarsi per alleviare i sintomi

Generalmente per cercare di alleviare i sintomi si può ricorrere a degli antidolorifici a base di ibuprofene, tuttavia se si tratta di dolori legati alla gravidanza è sempre meglio cercare di dirigersi verso la variante naturale e rimedi casalinghi: queste possono essere tisane a base di piante rilassanti come la camomilla, oppure anche la melissa o Achillea. Queste tre, inoltre, possono essere unite per creare un solo infuso.

Tra i classici rimedi per cercare di alleviare specialmente il mal di pancia può essere utile anche la borsa dell’acqua calda che va a rilassare in particolare i muscoli del basso ventre.

Un altro consiglio, specie se si sta vivendo un particolare periodo di stress, è quello di rimanere calmi: può essere d’aiuto, infatti, praticare qualche esercizio di rilassamento, focalizzandosi soprattutto sulla respirazione. Se si hanno sospetti su una possibile gravidanza, il consiglio è quello di fare un test, in modo da escludere eventuali dubbi.