Il 15% delle donne italiane ama il make-up in auto, magari per risparmiare tempo approfittando delle soste provocate dal traffico. A dirlo è il Centro Studi e Documentazione Direct Line, compagnia di assicurazione online che ha effettuato una ricerca tra la popolazione femminile della Penisola.

I dati pubblicati rilevano una serie di abitudini che le automobiliste hanno “confessato” di aver preso anche a causa della frenesia dei giorni lavorativi. Il primo elemento che emerge è che il trucco mentre si è al volante è una delle principali cause di incidenti stradali. Tuttavia, se è vero che all’aumentare dell’attenzione nei confronti di mascara e fard diminuisce la percezione del pericolo sulla strada, per fortuna è solo il 2% delle donne intervistate ad ammettere candidamente di rifarsi il trucco anche durante la marcia del veicolo, quando gli occhi dovrebbero guardare la strada e le mani essere ben salde sul volante.

Il 4% ha dichiarato di farlo quando l’auto è in sosta, magari sperando che i semafori che separano la propria abitazione dall’ufficio (o dall’indirizzo in cui ci si deve recare) siano il più possibile rossi in modo da permettere un po’ di “privacy”. C’è poi un 9% che ammette sì di dedicarsi a qualche ritocco di bellezza, ma solo saltuariamente e comunque in casi di estremo ritardo.

Analizzando invece le donne che bandiscono il make up quando sono sedute al posto di guida – ossia il restante 85% – il 78% non lo fa per paura di avere un incidente stradale mentre il 7% rinuncia solo per mancanza di manualità e per timore di ottenere un pessimo risultato estetico.

La ricerca indica anche che le più assidue del trucco in auto sono le under 25 (10%) mentre la consapevolezza del pericolo aumenta con l’età: l’85% di chi ha più di 45 anni, infatti, si dichiara preoccupato da chi ammette di ritoccare il proprio volto alla guida e non dedica la dovuta attenzione alla strada.

Curiose anche le differenze geografiche: le più amanti del make up al volante (durante la marcia) sono le cagliaritane, mentre le più prudenti sono le veronesi, le milanesi e le bresciane che preferiscono uno dei numerosi semafori che costellano le strade delle rispettive province.

Le donne che più si truccano in macchina solo in casi di emergenza sono soprattutto le palermitane, le torinesi, le romane e le fiorentine. Queste ultime, infine, sono le italiane che meno si sentono portate per questa attività nel proprio veicolo, preferendo magari il più confortevole e sicuro bagno di casa.