I tacchi sono un accessorio quasi indispensabile per la maggior parte delle donne, che vi rinuncia in rare occasioni. Guidare, a quanto pare, non è una di queste, infatti secondo una recente indagine la percentuale di italiane che siede in auto con zeppe vertiginose ai piedi è pari al 49%.

Questo dato, diffuso da Direct Line, ci informa della passione del sesso femminile per le scarpe con il tacco alto, ma anche di un certo disinteresse verso il rischio di incidenti.

Galleria di immagini: Donne e tacchi

Se da un lato una connazionale su due guida con i tacchi, infatti, è anche vero che spesso questa abitudine compromette la sicurezza stradale. Il Codice della Strada, tuttavia, non fornisce alcuna regola in materia, pertanto non si tratta di un comportamento punibile.

Non esiste alcuna norma che vieti di guidare con determinate calzature, sia che si indossino scarpe munite di tacco alto, pratiche infradito o che si stia addirittura a piedi nudi. L’unico riferimento è un’ammonizione riguardo la libertà dei movimenti del guidatore, che deve prestare attenzione a non intralciare la guida. Ciò non significa che non si possa essere multati o perfino subire rivalse dalla compagnia assicurativa.

Il sondaggio ci informa dettagliatamente sulle abitudini delle italiane in materia di guida: le più dedite al tacco sembrano essere le donne bresciane, seguite dalle romane e dalle isolane. Sorprende invece il dato relativo alle milanesi, che nonostante vivano nella capitale della moda sono abbastanza restie a guidare con scarpe non proprio comode.

Le più prudenti, invece, sono le over trentacinque, mentre le ragazze tra i 18 e i 24 anni preferiscono scarpe basse e sportive.