Care donne, in casa siete solite togliere ai vostri compagni l’ultima parola, nonchè lo scettro del comando? Allora secondo l’ennesimo studio sul tema condotto alla John Hopkins University di Baltimora, dovrete rinunciare a qualcos’altro. Oppure ci avete già rinunciato e non lo sapete.

La sopracitata ricerca sostiene infatti che la donna che prende decisioni “al posto” dell’uomo, inibisca il povero malcapitato, privandolo così del ruolo che ritiene appartenergli per diritto di nascita. In poche parole, l’emancipazione della donna renderebbe l’uomo pressochè impotente, almeno nel talamo nuziale.

Le-riflessioni-Marte-vs-Venere sono talmente evidenti da risultare quasi banali. Tant’è che non mi ci soffermerò. Vorrei però ribadire un concetto a mio parere fondamentale e troppo spesso relegato nel limbo dei dimenticati: mai sentita l’espressione “in media res”?!?

Ok: la giusta misura. La santa, utopica giusta misura. Quando ci decideremo a predicarla, a cercarla, a bramarla come la liberazione da tutti i mali?!?

Le chiacchiere stanno a zero. In una coppia, in una famiglia, in una casa dove stanno giusto e sbagliato? Chi decide chi deve decidere?? E scusate la cacofonia, ma no, non è un errore. Deve decidere il maschio? E per quale arcano motivo?!?

Fatemi capire, vogliamo forse affermare che il sangue defluisce in certe parti del corpo maschile solo se l’uomo ha il telecomando in mano?!? Dunque la “sottomissione” risulterebbe eccitante? Uh, che concetto maschilista e politicamente scorretto. A meno che non si parli di espliciti giochi erotici.

Ma qui è del quotidiano che trattiamo: e no, non è nemmeno giusto che a “portare i pantaloni” sia esclusivamente la donna della coppia. Anche perchè indossarli da soli/e  non è necessariamente così rassicurante. E in effetti la coppia è fatta appositamente da due persone. PERSONE. Quando ce ne ricorderemo?

E’ l’essere umano in quanto razza che deve ancora crescere, maturare. Lo dirò una volta sola, ma forte e chiaro: nella coppia le decisioni vanno prese INSIEME. I pantaloni si condividono. Come tutto il resto. E’ così difficile da accettare come concetto?!?!

photo credit: Victor1558 via photopin cc