Donne cougar: ovvero fidanzate molto più grandi dei loro rispettivi compagni. Il mondo dello showbiz ormai ne mostra un nutrito gruppo, portabandiera della donna sicura di sé e del fidanzato tutto da accudire. Ma come appaiono davvero agli {#uomini} le cougar e come può funzionare un corteggiamento con una così ampia differenza d’età?

Quando si parla di donne cougar, l’immaginario collettivo non può fare a meno di ricollegarsi agli ex innamoratissimi Demi Moore e Ashton Kutcher o, in alternativa, ai vari toy boy scelti da Madonna dopo la fine della relazione con Guy Ritchie. Ma nel mondo reale, dove lustrini e chirurgia plastica non la fan da padrone, è davvero così appetitoso l’universo delle donne non più giovanissime? E cosa attira gli uomini in questo circolo del corteggiamento fra generazioni? A provare a dare una risposta ci pensano Ask Men e Marie Claire.

Non è tutto oro quel che luccica sotto il sole del mondo cougar, soprattutto l’evidenza dimostra come la realtà sia ben diversa dalle pagine patinate provenienti da Hollywood. Gli internauti dei siti a utenza maschile, infatti, sembrano essere più spaventati che attratti dalla possibilità di frequentare una donna più grande, sia perché timorosi di non aver sufficiente potere all’interno della coppia, sia perché si sentirebbero feriti nella loro virilità nell’uscire per cena con una coetanea della loro madre. Ma, a parte questi dubbi, vi sono anche una marea di qualità positive, sebbene tipicamente l’uomo tenda a ridurle esclusivamente alla sfera sessuale.

La maggioranza degli uomini, infatti, pensa che frequentare una cougar sia particolarmente divertente per le conseguenze sessuali che questo comporta. Una donna matura è sicuramente più sicura del suo corpo e ben consapevole del proprio piacere, quindi difficilmente si trincererà dietro a vergogne e remore prima di lanciarsi in divertimenti hot in camera da letto. Inoltre, non tramonta il ruolo della cosiddetta “nave scuola“, un modo decisamente triste per indicare come i più giovani possano affinare le loro armi amatorie proprio grazie a una donna decisamente esperta. In altre parole, il sesso sarebbe più appagante che con le coetanee, non ancora ben sicure di quel che vogliano raggiungere in fatto d’erotismo.

Superati i confini della camera da letto, tuttavia, il genere maschile mostra anche la capacità di fornire argomentazioni più pregne. Le donne mature, lungi dall’essere l’incarnazione della mamma, forniscono migliori consigli e sanno come supportare il loro compagno in qualsiasi situazione di vita. Hanno già abbondantemente superato la fase degli eccessi, seguono stili di vita più regolari e non hanno bisogno di dimostrare, né a se stesse e né al partner, quanto valgono. Insomma, agli uomini piacciono le cougar perché sanno consigliare, guidare e condurre, pur non diventando dittatoriali o impositive così come potrebbe esserlo una madre. Purtroppo, però, nell’ottica maschile non si tratta di fuochi d’amore destinati a durare a lungo, bensì di piacevoli parentesi di vita prima di tornare fra le braccia delle tanto vituperate, ma pur sempre freschissime, coetanee.

Fonte: Marie Claire, Ask Men