Le innovazioni tecnologiche hanno migliorato la vita delle donne rispetto a quella delle loro madri. Lo sostiene l’82% degli italiani, e lo comunica l’indagine sulla cultura dell’innovazione in Italia, realizzata da Cotec e Wired, svolta in collaborazione con l’Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Sociali del Cnr, con il sostegno di futuro@lfemminile, (il Progetto di Responsabilità Sociale per le pari opportunità di Microsoft Italia e Acer).

Dai dati contenuti nel II Rapporto sulla cultura dell’innovazione in Italia, sembra che la maggioranza degli italiani intervistati, tra uomini e donne, è del parere che la tecnologia ha facilitato e migliorato la qualità della vita delle signore di adesso rispetto a quella delle generazioni precedenti, ma allo stesso modo trapela l’incertezza che questo possa accedere anche per le generazioni future.

Anche se concentrata sull’innovazione di quest’anno, cioè le differenze di genere in relazione all’innovazione, la ricerca ha comunque toccato diversi punti, tra cui quello dell’occupazione. Relativamente a questo, il 29% degli italiani, dato in crescita rispetto al passato, è concorde che in tempi di crisi è preferibile che sia una donna, piuttosto che un uomo, a perdere il lavoro.

Contrariamente a questa mentalità forse un po’ anacronistica, parole e commenti positivi arrivano da Pietro Scott Jovane, Amministratore Delegato di Microsoft Italia, che commenta cosi l’iniziativa:

La tecnologia sta cambiando le nostre vite, il modo di relazionarci con gli altri, di valorizzare il tempo che abbiamo a disposizione. Spesso ci aiuta a migliorare anche il mondo in cui viviamo, a superare discriminazioni e disuguaglianze tra generi o razze, a valorizzare differenze e individualità, a spianare la strada alla nuova società digitale. Così come ci confermano i numeri dell’indagine realizzata da Wired e COTEC, oggi “futuro@lfemminile” non è più solo un progetto importante ma è un auspicio che diventa realtà. È un cambiamento culturale in atto di cui anche noi, come Microsoft, con le nostre tecnologie e innovazioni, siamo interpreti. Orgogliosi di esserlo, poiché una vita migliore per tante donne, anche sul piano professionale, assicurerà una società migliore per tutti e ambienti di lavoro più efficaci.