Espandere le quote rosa nell’information tecnology e favorire il legame tra donne e tecnologia: con questo obiettivo nasce Girls in ICT, un portale globale tutto pensato per le donne e le nuove professioni. Borse di studio, concorsi, spunti per allargare gli orizzonti femminili in un settore ancora troppo maschile.

Basta digitare girlsinict.org per visitare il sito, realizzato su mandato dell’ONU, più precisamente dalla sua agenzia, l’Unione internazionale delle telecomunicazioni, per colmare un gap abbastanza vistoso: nonostante siano mediamente più preparate, le donne nel settore tecnologico e della comunicazione sono ancora poche, e questo a danno dell’economia e della capacità di innovazione delle aziende.

Soltanto nell’Unione Europea, ad esempio, resteranno vacanti nel prossimo decennio almeno 700 mila posti di lavoro a causa di mancate competenze richieste dal mercato. Una buona ragione per le ragazze, dagli 11 ai 25 anni, a cui questo portale è dedicato. Non esiste la versione italiana, ma è pur vero che questo lavoro richiede in ogni caso una profonda conoscenza dell’inglese, quindi le studentesse e laureate avranno molto da leggere e tenere in considerazione per un’esperienza di lavoro nel segno dei tempi.

Il sito, tra le tante cose, ospita uno studio intitolato “Un futuro luminoso nelle tecnologie dell’informazione”, dove si illustrano le ottime opportunità per le nuove generazioni di donne: dati che mostrano come ci sia bisogno bisogno di coinvolgere più donne nel settore, e per convincere le giovani ci sono molti filmati e profili di donne di successo che hanno preso questo strada.

Un sito originale, dunque, che contiene dati reali e prospettive, offerte e incoraggiamento.

Fonte: Girlsinict.org