Fra le tante mail che ogni giorno invadono la mia posta dai vari uffici stampa, ieri ne ho ricevuta una che mi ha fatto rizzare i peli sulle braccia (anche se li ho appena tolti).

La suddetta mi informava circa l’esistenza di un sito di incontri che io avrei preferito continuare ad ignorare; eppure, un po’ per dovere di cronaca, un po’ per coscienza personale, non posso soprassedere, né nascondere la testa sotto la sabbia: certe realtà non solo esistono, ma ahimè proliferano, grazie anche a dosi di cinismo che la mail in questione mi ha ad esempio buttato in faccia a secchiate.

In pratica la tesi sostenuta è che le ragazze ventenni di oggi siano in cerca di uomini maturi e di successo, cioè di quarantenni (minimo) professionisti che nella maggior parte dei casi risultano anche sposati con prole (ma questo non è esplicitato); il sito di incontri specifico per tale tipologia di “novella coppia” è dunque rivolto esclusivamente alle ragazze giovani e agli uomini di una “certa”.

Si infrange così uno di quei tabù che forse sarebbe stato meglio rimanesse tale; che poi tanto tabù non è, visto che nei secoli dei secoli le ragazzine sono state sposate per contratto con uomini molto più grandi di loro; l’aspetto inquietante stavolta però riguarda la presunta disponibilità delle protagoniste, che non solo acconsentono a uscire con uomini più grandi, ma pare li cerchino proprio. Sarà poi vero? Io spererei di no.

Tuttavia stando alla suddetta mail, a tali siti..

 ….sono registrate soprattutto donne di età compresa tra i 18 e i 35 anni,desiderose di trovare un uomo più grande di loro, perché si sa le mode cambiano e dagli uomini brizzolati che amano le giovani donne siamo passati alle ventenni che ai coetanei preferiscono l’uomo maturo.

….continua così a raccogliere numerose adesioni sia tra il pubblico maschile, prevalentemente professionisti e imprenditori, che tra quello femminile, rivelando così questo fenomeno in costante crescita: quello delle ragazze che su Internet cercano un principe azzurro più grande di loro.

Le mode cambiano….un fenomeno in costante crescita…principe azzurro…numerose adesioni tra il pubblico maschile (ma vaaaa?????!?!?!?)…oddio mi pare un incubo, tra l’altro sciorinato con una nonchalance da far orrore anche a Dario Argento.

Non commenterò oltre, giudicate voi. Io personalmente penso che stiamo arrivando inesorabilmente alla frutta. Speriamo che il dolce, nell’ucciderci lentamente, sia almeno gustoso; ma ho i miei fondati dubbi per credere che non sarà così.

photo credit: Steve Snodgrass via photopin cc