Fino a qualche tempo fa le donne che avevano urgente bisogno di liquidità portavano i loro gioielli al banco dei pegni.

Ma i tempi cambiano e adesso le donne impegnano le griffe che trovano nel loro armadio.

Secondo la National Pawnbrokers Association, rispetto allo scorso anno le donne che hanno portato al banco dei pegni borse, scarpe, vestiti o accessori firmati sono cresciute del 15%, creando un nuovo piccolo business.

Scarpe Chanel, borse Hermès, o abiti Valentino diventano la soluzione per un momento in cui si è invintage, le collezioni passate delle grandi maison della moda diventano oggetti dai quali si possono ricavare delle interessanti somme.

È necessario però trovare il canale giusto, ossia cercare chi si intende di questo tipo di oggetti per poterne ricavare il massimo profitto. Anche se è difficile rinunciare ad alcune cose, a volte si sono fatte pazzie pur di acquistare un paio di Louboutin, cerchiamo di pensare che al momento dell’acquisto abbiamo fatto un investimento per il futuro. Magari le ritroveremo al prossimo mercatino del vintage…