Il sesso e l’erotismo non sono amici degli impegni quotidiani. Parola di Jilly Cooper, celebre romanziera di libri piccanti e a sfondo sessuale, al momento impegnata con la scrittura della sua prossima opera. La constatazione dell’artista è assolutamente comprensibile, basta esaminare la situazione che vige oggigiorno.

Una donna è sempre molto impegnata durante la giornata: il lavoro, lo sforzo di fare carriera in un mondo ancora adesso governato dagli uomini, la casa, forse anche i figli e un marito, che in fondo rappresentano anche degli impegni molto piacevoli ma sicuramente stressanti. Si arriva alla fine della giornata e forse il sesso e l’erotismo sono gli ultimi pensieri, ci si vuole solo mettere a letto con un buon libro o guardando un film rilassante.

Poi si deve aggiungere che le preoccupazioni, economiche o di altro genere non mancano mai, così come l’invadenza della tecnologia, che distrae dal sesso e fa giungere le donne quasi a un calo della libido, che non è strettamente d’origine ormonale, bensì psicologica, interiore e mentale.

Jilly Cooper ha raccontato:

«Le sale d’attesa dei medici in questi giorni sono assolutamente piene di donne che soffrono di bassa libido. La nostra è ormai una società terribilmente sotto-sessuata. Ho parlato con moltissime donne giovani su questo tema e sembrano non farlo più. Onestamente, suppongo che sia perché tutti noi oggigiorno abbiamo un sacco di impegni.»

Fonte: La Stampa.