Si tratta di una sfilata particolare, con modelle particolari, unite per un unico scopo, combattere il cancro al seno.

Sono state 287 le donne sudafricane che a Johannesburg hanno partecipato alla Bikini Parade organizzata a sostegno della lotta contro il cancro al seno, e hanno permesso a questa manifestazione di detenere il primato come la più grande del mondo. Le modelle, vestite unicamente con un bikini, hanno sfilato lungo i 1.600 metri di Melrose Arch Boulevard fino alla piazza, che per l’evento è stata allestita come se fosse una spiaggia.

Una manifestazione in piena regola, quindi, che richiama ancora una volta l’urgenza di trovare soluzioni sempre più rapide e ottimali per uno dei mali più frequenti nella vita di una donna, che colpisce soprattutto in età avanzata. Giornali e siti Internet che hanno ripreso l’argomento, hanno riportato anche le parole di una delle partecipanti:

“Vogliamo prevenire il cancro prima che ci colpisca”

e quale modo migliore per dimostrarlo al mondo intero se non quello di battere il record mondiale di partecipazione?

La Bikini Parade, infatti, è da sempre una manifestazione che vede sfilare molte donne in abbigliamento da mare, generalmente accompagnate da madrine d’eccezione (Holly Madison lo è stata per la marcia in bikini di Las Vegas della scorsa estate), e ogni città o località nel mondo che la organizza cerca di farlo per conquistarsi il primato di partecipazione. Questa volta però, il posto più alto del podio è stato assegnato alla sfilata in bikini più singolare, che, come ha dichiarato una delle organizzatrici, “Sarah Mansfield”, ha avuto una doppia finalità: pubblicitaria e benefica.