Lo stress è spesso una componente normale nella vita lavorativa, ma in genere ne sono vittime soprattutto le donne, in particolare se sono mamme.

Lo stress è uno stato che si accompagna a tutti i lavori, anche a quelle professioni un tempo giudicate meno pesanti. Ma soprattutto si può notare che colpisce in modo diverso uomini e donne. Un recente sondaggio condotto da Captive Network ha evidenziato che lo stress da lavoro coinvolge quasi essenzialmente le donne, in quanto complessivamente gli uomini sono più contenti sia al lavoro che a casa rispetto alle donne.

Infatti, gli uomini lavoratori si concedono brevi pause durante la giornata di lavoro rispetto alle loro colleghe e riescono a conciliare con maggiore calma delle colleghe lavoro e vita privata, mentre le donne, in particolare mamme, sono prese dall’ansia dei figli a casa, della casa da pulire e da altre piccole cose alle quali gli uomini in genere non pensano, tranne casi particolari, perché ci sono anche degli uomini che aiutano in casa. Cerchiamo di essere obiettivi e di non fare di tutta l’erba un fascio.

Il livello di stress, infatti, aumenta in maniera notevole nelle lavoratrici, mamme oppure no, con gravi ripercussioni anche sulla salute. Secondo una recente ricerca, promossa dal Brigham and Women’s Hospital, le donne lavoratrici sono più esposte degli uomini ai rischi di un lavoro stressante che, nel 70 per cento dei casi, causa loro problemi cardiaci nel corso della loro vita.

Secondo questa ricerca, in Italia non c’è ancora una cultura che consenta alle donne di utilizzare al meglio il loro tempo. Molto spesso, infatti, si dimentica che il lavoro svolto all’interno delle pareti domestiche è molto pesante e che il più delle volte grava sulle spalle della donna, indipendentemente dalla tipologia del loro lavoro svolto fuori.

Secondo l’Istat, esiste una distribuzione non proprio equa delle ore dedicate ai lavori domestici, anche quando la donna è l’unica a percepire un reddito in famiglia, e soprattutto quando non lavora. Il tempo di lavoro totale di una donna è la somma del tempo dedicato al lavoro retribuito e di quello dedicato al lavoro domestico. In conclusione, le donne lavoratrici soprattutto se mamme sono molto più impegnate dei loro colleghi.